il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

AUMENTA – CASTIELLO: “Tutto ciò che avviene, conviene”

La redazione

SALERNO – Abbiamo ricevuto, e con grande piacere rimettiamo all’attenzione dei lettori, una lettera firmata dal dr. Stefano Antonello Aumenta e diretta a chiarire alcune strane e devianti interpretazioni del contenuto di un articolo pubblicato su questo giornale a firma del direttore responsabile Aldo Bianchini. Sorpresi del clamore suscitato da quell’articolo, scritto del resto sulla falsariga dell’azione giornalistica trentennale del direttore, siamo rimasti in silenziosa attesa degli eventi per cercare di capire cosa e quali sentimenti muovono realmente l’azione comprensoriale (alludiamo al Vallo di Diano) del Mov. 5 Stelle. Il primo evento si è compiuto con la lettera del dr. Aumenta che tutta la redazione di www.ilquotidianodisalerno.it condivide e fa propria. Ci aspettiamo le eventuali risposte, nell’ottica del diritto di replica che noi conosciamo benissimo, prima di passare alla giusta precisazione anche del nostro pensiero che è il pensiero del nostro direttore.

“”Un giorno, un carissimo collega, con qualche anno in più di carriera lavorativa e di Vita sulle spalle, mi disse questo arcano messaggio, eredità di paterni insegnamenti, allorché gli raccontai di una palese ingiustizia subita.

Dopo qualche anno e ripensando a quella frase mi convinco sempre più della veridicità di quella massima……….

Infatti, agli inizi di ottobre il Direttore ed Amico Aldo Bianchini pubblicò, bontà Sua, un articolo sin troppo benevolo nei miei riguardi. Lo ringrazio di ciò.

In quell’articolo si associava alla mia persona la figura del Senatore Professore Franco Castiello.

Premetto, immediatamente, che sono onorato della stima che il Professore Castiello ha nei miei riguardi ed io nutro per Lui e per la Sua Signora un sincero affetto; sono delle persone perbene che hanno saputo coniugare una vita di Lavoro, in prima persona nei loro terreni, con uno studio condotto con metodo e rigore. Dietro un grande Uomo c’è sempre una grande Donna; cosi mentre la Sig.ra Castiello sacrificava la sua Laurea nel condurre con abilità e decisione la famiglia, il Professore Franco Castiello raggiungeva traguardi internazionali, raccogliendo la stima e l’affetto di personalità che hanno fatto la Storia Economica e Sociale della nostra Italia.

Fatta questa doverosa premessa, ritorno ai primi di ottobre.

Dopo quell’articolo vi furono numerose prese di posizione a riguardo : nell’ordine un Consigliere del Comune di Vallo della Lucania, un’attivista e lo stesso Senatore Castiello, per mano di un suo valente collaboratore, prendono le distanze dai contenuti dell’articolo e da me, anche a seguito di una ferma e convinta levata di scudi da parte degli attivisti locali del Movimento 5 Stelle.

Mi è doverosa un’altra premessa già comunicata verbalmente agli attivisti locali del Movimento 5 Stelle nel corso di una riunione tenutasi a Sassano: ho il massimo rispetto per le ferree ed integraliste regole del Movimento, non voglio assolutamente sovvertirle e proprio per non creare disguidi mi sono deciso a fare una doverosa nota per chiarire alcune questioni, solo dopo diverse settimane.

Ho conosciuto il Movimento 5 Stelle, come detto in precedenza grazie all’amicizia di Franco Castiello, ho conosciuto attivisti entusiasti e generosi, persone decisamente convinte di poter dare il loro contributo per poter cambiare una realtà oggettivamente triste ed in un inesorabile declino.

A loro va tutta la mia amicizia stima.

Sarei ipocrita se non dicessi che mi hanno fatto estremamente piacere le centinaia di attestazioni di stima da parte di persone che mi hanno conosciuto e sarebbero state contente, non di votarmi, ma, ed è questa la cosa più bella, essere al mio fianco apertamente. A loro va un mio grandissimo ringraziamento.

A questo punto, però, vorrei tranquillizzare alcuni attivisti: non ho volontà di salire su carri vincenti, al massimo ho contribuito, nel mio piccolo e solo per amicizia e stima a Franco Castiello, affinchè quel carro fosse più forte.

Al momento, inoltre, continuando a distendere i sonni inquieti di qualcuno, non so se mai e con chi deciderò di sottopormi al giudizio della gente della mia Terra.

Continuerò a dare il mio personale e disinteressato contributo per i nostri Comprensori, ma, al momento libero, come lo sono sempre stato e senza casacca alcuna.

Ciò che so fare è altro.

Grazie ai sacrifici della mia famiglia, le mie due sorelle, mio fratello ed io abbiamo potuto studiare, ma questa è un’altra storia.

Mio padre ci diceva tutto della nostra situazione economica, non ci è mai mancato nulla, ma quando vi erano periodi avversi la pensione di mia nonna contribuiva a pareggiare il bilancio famigliare, ma questa è un’altra storia.

Mio padre pagava regolarmente i contributi alle lavoratrici stagionali che d’estate lavoravano nei nostri terreni e d’inverno, sempre con mia madre e mio padre presenti per lavorare insieme a loro, mentre raccoglievano le olive, ma questa è un’altra storia.

Grazie a quei contributi, regolarmente pagati,  qualcuno oggi percepisce una pensione e qualche anziana signora, quando mi incontra, mi saluta abbracciandomi e ricordando i miei genitori, ma questa è un’altra storia.

Io sono stato Direttore Generale della Banca di Credito Cooperativo di Sassano e di ciò vado orgoglioso e fiero, oggi che non lo sono più, sono circondato dalla stima e dall’affetto dei miei concittadini del Vallo di Diano, ma questa è un’altra storia.

Lavoro a Vallo della Lucania assunto dalla Banca del Cilento e Lucania Sud -sono grato di questo al Direttore Generale ed al Consiglio di Amministrazione di quella Banca-, dopo aver superato tre mesi di prova (come qualcuno aveva preteso), nonostante avessi alle spalle oltre venti anni di professionale ed onesta carriera, anche in istituti bancari nazionali, ma questa è un’altra storia.

Il mio passato è tutto qui davanti a me. Non dimenticare nulla, mi occorre, in quanto ora ho compreso appieno che tutto ciò che avviene, conviene.

Poi per il futuro, aspetto con orientale pazienza ciò che accadrà, augurando a tutti, nonostante tutto, il meglio.

Silla di Sassano, 2 dicembre 2018                 F.to: Stefano Antonello Aumenta””

1 Commento

  1. Carissimo Direttore Aldo Bianchini,
    condivido integralmente la nota del Dott. Stefano Antonello Aumenta,
    uomo pragmatico, culturalmente libero ed impegnato ,da sempre,per la crescita del nostro territorio.
    ”Continuerò a dare il mio personale e disinteressato contributo per i nostri Comprensori, ma, al momento libero, come lo sono sempre stato e senza casacca alcuna”.
    Antonello un uomo del fare,lungimirante , è sempre stato contrario alle chiacchiere e alle
    polemiche.In politica,come nella vita,il tempo è gran medico.
    Un cordiale saluto e la gratitudine al Senatore Prof. Avv. Francesco Castiello ,una persona seria ,onesta,preparata e perbene che si impegna con determinazione per i problemi del nostro territorio.
    PIETRO CUSATI
    giornalista

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.