il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

CILENTANA: 12 milioni di euro per la messa in sicurezza, lo annuncia il sen. Castiello

La redazione

ROMA – E’ ufficiale la notizia che l’ANAS, nuovo gestore della ex S.P. 430 “Cilentana”, rinominata dalla stessa ANAS come N.S.A. 544, si accinge alla ripavimentazione della quasi totalità dell’arteria.

Gli interventi previsti riguardano i seguenti tratti:

- tratto tra Agropoli Nord e Prignano Cilento, compresi gli svincoli e relative rampe di raccordo di Paestum, Agropoli Sud e Agropoli Nord;

- tratto tra Prignano Cilento ed Omignano, compresi gli svincoli e relative rampe di raccordo di Prignano Cilento, Diga Alento e Perito;

- tratto tra Ceraso e Poderia, compresi gli svincoli e relative rampe di raccordo di Ceraso, Cuccaro Vetere, Massicelle – Montano Antilia, Futani, Centola e Poderia.

I progetti esecutivi relativi ai suddetti tratti sono stati già finanziati. I lavori partiranno nel giro di un mese e si concluderanno speditamente. Quelli non ultimati in tempo utile per l’esodo estivo verranno sospesi e ripresi subito dopo la stagione balneare.

Si scontano, purtroppo, i danni provocati dalla burocrazia regionale responsabile del rinvio del della firma del verbale di consegna in attuazione del D. P. C. M. del 20 febbraio 2018 con il quale la Cilentana passava dalla gestione provinciale all’ ANAS. Se la regione fosse stata più efficiente la consegna sarebbe avvenuta prima e i lavori sarebbero stati già avviati.

In ogni caso, meglio tardi che mai.

L’ANAS ha deciso subito di investire 12 milioni di euro per la messa in sicurezza della Cilentana, dei quali 9 milioni relativamente ai lavori anzidetti e i restanti 3 milioni per le barriere di sicurezza, i cui progetti esecutivi sono in via di definizione attuando la normativa più recente vigente in materia.

 

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.