il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

Elezioni 2019: la ricandidatura di Bottigliero e i tanti perché !!

 

 

Aldo Bianchini

 

CASTIGLIONE del GENOVESI – Perché, come e quando un sindaco uscente decide, o meglio può decidere di ricandidarsi ?

La domanda si espone a molteplici risposte che possono, però, essere ricomprese in poche battute a patto che le stesse abbiano una efficace ricaduta sull’immaginario collettivo dell’elettore medio che deve essere trascinato a dimenticare le eventuali carenze del mandato precedente ed a credere che tutto il programma non svolto potrà esserlo nel secondo mandato a completamento di un lavoro che, nella reale pratica gestionale amministrativa, ha necessariamente bisogno di molto più tempo di un semplice e secco mandato.

Oggi mi piace trattare il caso del sindaco uscente di Castiglione del Genovesi, ridente e attraente paesino dei Picentini, incastonato in una meravigliosa e verdeggiante vallata dalla quale viene quasi coccolato come se fosse in una culla che racchiude passato, presente e futuro di una laboriosa comunità.

Il sindaco uscente di Castiglione del Genovesi è il dott. Generoso Matteo Bottigliero, noto cardiochirurgo in servizio nella famosa Torre del Cuore che è il vanto vero, forse unico, della nostra città capoluogo di provincia.

Dopo un lungo periodo di riflessione il sindaco uscente dott. Bottigliero ha scelto di ricandidarsi e, caso più unico che raro, ha anche pubblicamente spiegato perché e sulla base di cosa si appresta a ributtarsi nella mischia elettorale in un paesino piccolo dove tutti si conoscono e tutti sono parenti o amici di tutti. In pratica la storia ci dice che più piccolo è il paese e più difficile diventa la battaglia elettorale che deve sempre incanalarsi nei flussi giusti per non urtare la suscettibilità di nessuno.

E allora perché Generoso Matteo Bottigliero si ricandida a sindaco di Castiglione del Genovesi:

  • Perché ha lasciato un bilancio molto positivo in termini di progetti realizzati e da realizzare;
  • Perché ha sanato il disavanzo di bilancio economico lasciato dalle precedenti amministrazioni;
  • Perché ha riqualificato la viabilità urbana ed extraurbana in una vallata molto difficile da questo punto di vista per via della sua difficile orografia,
  • Perché ha realizzato la bretella dell’acquedotto che ha eliminato l’annoso problema della carenza idrica,
  • Perché, tra le altre numerose cose, ha realizzato la splendida piazza centrale dedicata per intero alla memoria del grande Antonio Genovesi,
  • Perché intende realizzare il campo sportivo atteso da sempre e da più generazioni; un finanziamento di 200mila euro è già pronto alla bisogna;
  • Perché lotterà per realizzare il percorso di treaking dal Calvanico fino al Monte Monna con tante postazioni di sosta-pic nic;
  • Perché dovrà essere realizzata l’illuminazione urbana del tratto di strada provinciale (la n. 105) che collega Castiglione a San Mango e si sdoppierà verso il Tubenna;
  • Perché farà tutto per illuminare la Chiesa e i pianori del Tubenna in modo da consentire in sicurezza la frequentazione serale dei due incantevoli posti che aprono la vista sullo splendido Golfo di Salerno;
  • Perché in questi giorni inizierà la messa in sicurezza delle vie di entrata-uscita dal paese con ben cinque telecamere h/24.

 

Sono abbastanza fiducioso nel risultato elettorale perché io sono stato -ha dichiarato Bottigliero- l’unico sindaco di tutti i Picentini a rifiutare l’indennità: parliamo di circa venticinquemila euro l’anno che io ho lasciato al Comune. Una scelta che ha con sentito di non aumentare i tributi e di questo vado molto orgoglioso, così come sono orgoglioso di rappresentare per un altro mandato i miei concittadini”.

 

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.