il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

PADULA: per il concorso riservato agli invalidi interviene il difensore civico regionale

La redazione

- PADULA – Nel mese di gennaio 2019 questo giornale anticipò il fatto che per il concorso riservato agli invalidi c’erano stati dei problemi e che per la celebrazione dello stesso c’era, poi, stato un ricorso all’Autorità Giudiziaria da parte di uno dei concorrenti, Angelo Petrizzo, che ritenendosi leso nei suoi diritti aveva fatto ricorso all’ A.G. con un esposto-denuncia motivato in ogni sua sfaccettatura.

 

Il concorso contestato era stata bandito e celebrato: uno per “esecutore amministrativo” a tempo indeterminato e parziale al 50%, categoria B, posizione economica B1 e l’altro per “operatore amministrativo” a tempo indeterminato e parziale al 50%, categoria A, posizione economica A1; undici i concorrenti per il primo, dieci per il secondo.

Per il primo concorso, quello di esecutore, la commissione era composta dal dr. Franco Tierno, dall’ing. Michele Napoli e dalla dott.ssa Tide Di Pierri (segretario la rag. Anna Carolina Sanseviero).

Per il secondo concorso, quello di operatore, la commissione era invece composta dal dr. Franco Tierno, dalla dott.ssa Carla Grezzi e dal dr. Beniamino Curcio (segretario la stessa dott.ssa Grezzi).

 

Ora c’è la notizia che il difensore civico regionale ha inviato, in queste ultime settimane, una dettagliata e documentata relazione alla Procura della Repubblica di Lagonegro sollecitando anche l’azione giudiziaria tesa a determinare la liceità o meno delle modalità di effettuazione del concorso; la richiesta è motivata anche dall’urgenza in quanto il Comune di Padula (secondo il ricorrente) sta procedendo regolarmente al disbrigo di tutti gli adempimenti per l’assunzione dei due nuovi dipendenti senza tenere in alcun conto il ricorso in atto.

 

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.