il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

“Nenè, Salvo e altre storie di Vigata”: in ricordo di Andrea Camilleri

 

Da Vincenzo Mele

Nel pomeriggio di Martedì 23 Luglio, presso la Feltrinelli di Corso Vittorio Emanuele a Salerno, si è tenuto il reading teatrale “Nenè, Salvo e altre storie di Vigata”, in memoria di Andrea Camilleri, illustre autore siciliano recentemente scomparso che ha affascinato milioni di lettori non solo in Italia ma anche nel mondo.
L’evento, organizzato da “SalerNoir Festival – Le notti di Barlario”, ha visto un pubblico interessato e appassionato, nel ricordo del celebre scrittore di Porto Empedocle attraverso i suoi romanzi, partendo dalla celebre saga del Commissario Montalbano con i suoi personaggi, resi celebri dall’omonima serie tv targata Rai, fino al recente testo teatrale “Conversazioni su Tiresia”. La serata ha visto gli attori Marcello Andria, Marika De Vita e Antonella Valitutti leggere passi dei romanzi del celebre Commissario di Vigata tra i quali “La forma dell’acqua” e “L’odore della notte”. A discutere sulla figura di Camilleri sono stati Massimiliano Amato, giornalista per “SalernoSera” e docente della Scuola di Giornalismo dell’Università degli Studi di Salerno, il docente di Public History Marcello Ravveduto dell’Università degli Studi di Salerno e l’Avv. Angelo Cennamo, fondatore del blog letterario “Telegraph Avenue”; essi hanno analizzato il pensiero politico, l’impegno artistico dello scrittore e il rapporto con altri celebri autori come quello con Luigi Pirandello e, in particolare, con Leonardo Sciascia.
Il pubblico, parte attiva dell’evento, ha voluto ricordare con grande emozione l’autore scomparso a 93 anni intervenendo in questa serata collettiva, celebrando non solo la sua abilità letteraria ma anche il suo schierarsi sempre dalla parte dei più deboli.

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.