il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

PIO XII: Una serata intrisa di valori di amore per il prossimo e di straordinaria umanità

 

 

Alberto De Marco

SALERNO – Nella   serata   di   ieri   26   luglio   a   Salerno   in   Via   Fresa,   1   presso   la   sede   dell’Associazione

“L’Abbraccio”, si è tenuta la presentazione del libro : “Eugenio Pacelli, Pio XII, il Pontefice più

amato e vituperato nella storia della Chiesa”, di Alberto De Marco e Duilio Paoluzzi, Casa Editrice

Movimento Salvemini. Il libro di 336 pagine con doppia copertina a colori plastificata, è corredato

dalla migliore carta, che si possa utilizzare per la stampa e da foto a colori ed in bianco e nero,

documenta in modo veritiero ed esaustivo la vita di Eugenio Pacelli, il Pontefice che prenderà il

nome di Pio XII e soprattutto analizza anche attraverso importanti testimonianze il Suo impegno

profuso durante il secondo conflitto mondiale a difesa non soltanto degli ebrei, ma altresì degli altri

perseguitati dal regime fascista e da quello nazista. Questa pregevole opera è stata resa disponibile

al pubblico, al prezzo irrisorio di Euro cinque, grazie “in primis” allo stabilimento Fusco di Salerno,

nonchè alla Casa Editrice Movimento Salvemini, che hanno rinunciato a qualsiasi compenso,

perché l’intero ricavato del libro, come il 5 X 1000 dell’IRPEF, o del modello 730, che sarà

devoluto all’Associazione Amici di Totò … a prescindere ! – Onlus, menzionando il suo Codice

Fiscale o Partita Iva :  07013111005, verranno integralmente utilizzati per realizzare l’importante

progetto sociale e culturale, dedicato a Santa Madre Teresa di Calcutta, ad Antonio de Curtis, Totò e

ad altri autorevoli personaggi, che nella loro esistenza si sono prodigati per i poveri, per i clochard,

per gli emarginati, per gli ultimi tra gli ultimi, per coloro che “non hanno voce”. Nel corso della

manifestazione   sono   intervenuti   il   Dott.   Matteo   Marzano,   Presidente   dell’Associazione

“L’Abbraccio”, che da tempo assicura un pasto ed una doccia quotidiana ai poveri, grazie al

sostegno economico della Chiesa Valdese, che è abituata a devolvere l’intero importo dell’8 X 1000

alle attività sociali, diversamente da altre religioni ….Hanno fatto seguito gli interventi dell’autore

del libro, il poeta, giornalista e scrittore Alberto De Marco; nonché del Prof. Mario Senatore, uno

spirito poliedrico, che ha impreziosito il pubblico con le sue emozionanti parole. Prima delle

performance della cantattrice di Teatro Livia Spaziano, accompagnata dal Maestro di Pianoforte e

tastiera Mario Alfano, che hanno eseguito vari pezzi di canti religiosi dell’epoca precedente e

contemporanea al Papa Pio XII, “Pastor Angelicus”, si è esibita mirabilmente la giovane attrice

esordiente, Franca Esposito, preparata dall’attrice Livia Spaziano. La serata che ha stimolato grande

interesse ed il desiderio da parte del pubblico di una prossima replica nel mese di settembre, non

poteva concludersi che con la presentazione del Maestro Renato Cocozza, discepolo prediletto del

Maestro Alfonso Grassi, del dipinto olio su tela di 1 m. e 50 cm. X 1. m. che interpreta in modo

sublime “A Livella” di Totò, che è in sintonia con i valori espressi nel corso della serata. Di

quest’opera prossimamente sarà realizzata una scultura in bronzo, che sarà collocata in una sede

istituzionale, munita di un congegno che proietterà delle immagini e farà ascoltare questa poesia

straordinaria, declamata a tre voci: quella del narratore, del marchese e dello spazzino. Il libro di

“Eugenio Pacelli, Pio XII, il Pontefice più amato e vituperato nella storia della Chiesa”, che si

conclude con un appello ed un invito a Papa Francesco. è stato consegnato al Pontefice ricevendone

i ringraziamenti, lo riproponiamo ai nostri lettori: “… Caro Papa Francesco, sembra che stiamo

vivendo un’epoca apocalittica, alla vigilia dello scontro finale tra il bene ed il male. Il Tuo vissuto ci

ricorda ed è coerente con quello di S. Francesco e pertanto Rappresenti adeguatamente la nostra

ultima speranza. Siamo consapevoli che il numero dei nemici e degli ostacoli al Tuo operato è in

continua crescita. Attualmente soltanto il 10% delle parrocchie, ha manifestato interesse al Tuo

Appello. La falsa notizia trapelata in tempi recenti del brutto male che Ti attanagliava, si muove in

questa   ottica   e   persegue   “strategie   perverse”.   La   ricchezza   ed   il   potere,   il   vivere   in   modo

principesco ogni forma degenerativa del potere, certamente contrastano con la vita di Gesù Cristo,

che è nato in una grotta ed ha rivolto in particolare la Sua attenzione ai poveri, agli ultimi, agli

emarginati e con i principi cristiani, che hanno animato gli Apostoli ed i seguaci della Chiesa

cattolica delle origini, dove per amore del prossimo, si sacrificavano valori primari, come quello

della vita, un considerevole numero di cattolici, si sono immolati persino al martirio, principi

cristiani che ancora oggi animano alcune Comunità Cattoliche, come quelle di S. Madre Teresa di

Calcutta; dei Francescani; di Nomadelfia; etc… Caro Papa Francesco per rivoluzionare la Chiesa e

riportarla alla concretezza delle azioni, è necessario cambiare innanzitutto l’entourage che La

circonda.   Con   l’occasione   desidero   ricordare   una   massima   del   Giudice   Rosario   Livatino:   “…

Nessuno ci verrà a chiedere quanto siamo stati credenti, ma credibili”. Noi siamo consapevoli che

all’Appello   di   Papa   Francesco,   risponderanno   molti   cattolici,   ma   soprattutto   un   numero

considerevole di laici, che in Sua Santità hanno ritrovato uno straordinario punto di riferimento, che

illumina “il cammino dell’umanità” per la realizzazione di una società, che offrirà sicuramente un

futuro alle nuove generazioni …”

 

 

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.