il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

“SCORCI di PADULA” GRANDE SUCCESSO DI PUBBLICO E DI CRITICA AL 10° Concorso Nazionale di Pittura Estemporanea che ha visto la partecipazione di ben 24 artisti-pittori provenienti da varie regioni del Centro-Sud d’Italia

 

Padula, 29 luglio 2019.  Si è svolta ieri la 10ª edizione del concorso di pittura estemporanea denominato “Scorci di Padula”.

L’evento è stato organizzato dal Circolo Sociale Carlo Alberto 1886 in partnership con la Banca Monte Pruno,

l’azienda Tubifor dei F.lli Fortunati, il Parco Nazionale Cilento Vallo di Diano e Alburni, la Comunità  Montana Vallo di Diano, l’Assessorato alla Cultura del Comune di Padula e la nuova Pro-Loco di Padula.

 

24 è stato il numero dei pittori presenti provenienti da varie regioni del Centro-Sud che, nonostante l’inclemenza del tempo, hanno realizzato opere eccezionali dall’elevato livello qualitativo che hanno messo in risalto tutte le bellezze del centro storico di Padula. Molto impegnativo è stato il lavoro della Giuria, presieduta dal consigliere Rosanna Bove Ferrigno, per la scelta delle 8 opere da premiare.

 

Vincitore della 10ª edizione di “Scorci di Padula” è stato il pittore Giuseppe Pelosi, proveniente da Avellino, con un’opera che presenta “effetti di luce particolari, colore e profondità che ne esaltano i particolari”.

Al secondo posto, il giovane pittore Josè Francesco Camerota, di Atena Lucana, con un’opera che esprime un “forte carattere nei colori e nelle forme”.

Al terzo posto, Antonio Altieri di Caserta, con un’opera che trasmette la “profondità dei sentimenti del sud”.

Premio Speciale Banca Monte Pruno al pittore Antonio Mazziale di Campobasso, che ha realizzato un’opera che è “un mondo sospeso che esce dalla nebbia del passato”.

Premio Speciale Tubifor al pittore Ferdinando Sapio di Casoria, autore di un’opera che presenta “un’ottima resa pittorica e cromatica”.

Premio Speciale Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni al pittore Fabio Castellaneta, proveniente da Taranto, con un’opera che esprime “una raffinata eleganza e una particolare tecnica creativa che si differenzia dalla pittura tradizionale”.

Il Premio Speciale Comunità Montana Vallo di Diano è andato al pittore Michele Inno di Isernia, autore di un’opera che presenta “pannellate forti e decise che costruiscono un paesaggio quasi fiabesco”.

Il Premio Speciale Città di Padula, votato dai cittadini presenti alla manifestazione, è andato al pittore Giuseppe Pelosi di Avellino con la stessa opera che si è aggiudicata il primo posto.

Al termine della serata, grande soddisfazione è stata espressa dagli amministratori dell’antico e storico Circolo padulese che hanno voluto indirizzare un grazie di cuore a tutti coloro che hanno contribuito alla buona riuscita della manifestazione pittorica: i pittori, gli sponsor, le associazioni, gli amici della giuria e gli amici del Consiglio Direttivo.

Il Presidente, Felice Tierno

 

 

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.