il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

Mondiali Beach Soccer 2019 – Prima giornata: bene l’Italia. Portogallo a valanga, sorpresa Bielorussia

Dott. Vincenzo Mele
Giovedì 21 e Venerdì 22 Novembre all’Arena “Los Pyrandis” di Asunción, si è svolta la prima giornata della fase a gironi della Coppa del Mondo di Beach Soccer.
Giovedì la nazionale italiana di beach soccer ha aperto il Mondiale 2019 con la vittoria 12-4 contro Tahiti, nella prima partita del Girone B.
Il migliore in campo, senza dubbio, è stato Gabriele Gori, attaccante del Viareggio, autore di una prestazione sfavillante con 5 goal e un assist. Le altre marcature degli Azzurri si devono a Emanuele Zurlo, punta del Catania BS, che ha siglato 4 reti, al capitano Francesco Corosiniti, due reti, e a Marcello Percia Montani, prima realizzazione per l’attaccante della Sambenedettese. Vale la pena citare anche il portiere Simone Del Mestre, autore di un paio di notevoli interventi. Per la selezione polinesiana a nulla sono valsi i goal di Teriitau, Chan-Kat e la doppietta di Li Fung Kuee. Tahiti ha giocato gli ultimi due tempi in inferiorità numerica a causa dell’intervento di Tavanae su Zurlo che è costato il rosso diretto all’esterno tahitiano, stessa sorte toccata poi al portiere Jonathan Torohia per via di un fallo da ultimo uomo ai danni di Gori.

Gli Azzurri sabato alle 23,25 ora italiana affronteranno l’Uruguay per assicurarsi il passaggio ai quarti di finale, prima della partita finale del girone contro il Messico il 25 Novembre alle 20,15 ora italiana. La Celeste intanto vince 1-0 contro il Messico grazie alla rete di Gaston Laduche a un minuto dalla fine del match. Nel primo tempo i messicani hanno l’occasione di andare in vantaggio con Benjamin Mosco su calcio di rigore, ma il portiere uruguaiano Alejandro Guerrero riesce a parare il penalty.
Nel Girone A grande attesa per il Paraguay che ha affrontato il Giappone. I padroni di casa, nonostante la buona prestazione, vengono superati dalla selezione nipponica grazie alla doppietta di Takuya Akaguma, che sigla il gol del definitivo 5-4, proprio allo scadere. Infine la Svizzera, guidata dal capitano Dejan Stankovic (omonimo del centrocampista serbo di Lazio e Inter) e da altre stelle del calibro di Noel Ott e Sandro Spaccarotella, vincono una partita combattuta contro gli Stati Uniti per 8-6. Gli elvetici hanno guidato l’incontro nonostante gli americani, specialmente nel finale, si sono riversati in attacco, senza successo, tentando di ribaltare il risultato.
Nella giornata di Venerdì è andata in scena la seconda parte della prima giornata della fase a gironi, con i Gironi C e D.

Nel Girone C la Russia la spunta di misura ai danni del Senegal per 8-7. La partita ha visto la squadra africana giocarsela con i due volte campioni del mondo. Il Senegal era a un passo dalla vittoria riuscendo a passare in vantaggio a tre minuti dalla fine con il goal su rigore di Mamadou Diagne, ma prima il goal Artur Poporotnyi e successivamente quello di Boris Nikonorov hanno consegnato ai russi i primi 3 punti. Nello stesso girone, riflettori puntati sulla debuttante Bielorussia che ha sorprendentemente battuto per 5-1 gli Emirati Arabi. La selezione bielorussa, guidata dal ct spagnolo Nicolas “Nico” Alvarado, è passata in vantaggio con la rete di Illia Savich e ha raddoppiato con il portiere Valery Makarevich. Gli emiratini accorciano le distanze con la rete di Ahmed Beshr, ma Dzianis Samsonov sigla il 3-1 e il trentaduenne veterano della nazionale bielorussa Ihar Bryshtel sale in cattedra siglando una doppietta.
Nel Girone D il Portogallo travolge la Nigeria per 10-1. Ad andare in vantaggio sono state le Aquile Verdi con Abu Azeez che sorprende il portiere Andrade, ma Belchior, autore di una doppietta insieme a Coimbra, pareggia segnando dalla bandierina del calcio d’angolo. I lusitani passano in vantaggio con Jordan, allungando poi con Torres, autore di una tripletta. Le altre reti sono state realizzate da Leo Martins e dalla star Madjer. A chiudere il tabellone è il Brasile, vincente sull’Oman per 8-2. Gli attuali campioni del mondo dominano la partita grazie alla tripletta di Mauricinho alla sua centesima presenza con i verdeoro, le doppiette di Bokinha e Filipe e il goal del difensore Catarino. Le due reti omanite sono state siglate da Nooh Al Zadjali e da Sami Al Bulishi.

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.