il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

Per riscaldare la tavola nelle fredde uggiose giornate invernali e per scatenare emozioni degustative suggeriamo un ‘ottima e tradizionale pasta e patate.

La pasta e patate è un piatto semplice e genuino, fa parte della tradizione contadina ed è un classico della cucina napoletana.

La vera pasta e patate deve essere “azzeccata”, ovvero: dopo aver aggiunto la pasta al alle patate, infatti, bisogna mescolare di continuo la pasta, per ottenere un piatto cremoso e ben amalgamato. La pasta che utilizzeremo è quella mischiata.

C’ è chi preferisce la pasta e patate nella versione bianca, altri quella rossa con l’aggiunta di qualche pomodorino .

INGREDIENTI:

PATATE 500 gr

PASTA MISTA 250 gr

CIPOLLA 1/2

CAROTA 1

SEDANO 1 costa

PANCETTA DI MAIALE 80 gr

PARMIGIANO GRATTUGIATO 50 gr

OLIO D’OLIVA q.b.

PEPE NERO q.b.

SALE q.b.

Procedimento:

Lavate e sbucciate le patate, tagliatele a tocchetti .

In una pentola fate soffriggere con un po’ d’olio d’oliva , il trito di sedano, carota e cipolla, insieme alla pancetta . Dopo qualche minuto aggiungete le patate.

Ricoprite il tutto con acqua, salate e pepate.

Appena inizierà a bollire aspettate qualche minuto per poi versare la pasta.

Mescolate per non fare attaccare la pasta sul fondo della pentola fino ad ultimare la cottura.

Qualche minuto prima di spegnere il fuoco, aggiungete dei pezzettini di scorza di parmigiano, il parmigiano grattugiato e qualche pezzetto di scamorza.

Mescolate nella pentola, per renderla filante aggiungete un poco di pepe.

Per rendere ancora più appetitosa la pasta e patate se volete potete passarla al forno. Spegnere il fuoco quando la pasta sarà ancora al dente e leggermente brodosa, versatela in una teglia aggiungete la scamorza tagliata a pezzetti e ricopritela di parmigiano grattugiato e pecorino, una spolverata di pepe gratinatela in forno per circa 10 minuti.

Il piatto è servito!!

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.