il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

Lavori Pubblici: un ingorgo istituzionale-burocratico, interviene Michele Napoli su UnoTv

 

 

Aldo Bianchini

 

Da sinistra: avv. Nicola Senatore - dr. Pietro Cusati - ing. Michele Napoli

SASSANO – Una qualsiasi trasmissione televisiva, soprattutto se di approfondimento, per ottenere il successo sperato deve avere un taglio giornalistico in grado di esplorare i meandri più nascosti dell’argomento trattato e deve renderlo fruibile da tutti i telespettatori che molto spesso non è costituito soltanto da addetti ai lavori.

In provincia di Salerno ci riesce il giornalista Pietro Cusati (segretario dell’Associazione Giornalisti Amici del Vallo di Diano) che sulle frequenze di Uno/Tv (una piccola ma efficiente realtà nel variegato mondo dell’informazione) propone con notevole successo la trattazione di argomenti spesso difficili e per questo dimenticati da tutte le altre testate giornalistiche a causa della fretta che contraddistingue la nostra informazione locale a caccia, sempre e soltanto, di notizie di cronaca e basta.

Quando si parla di normativa, aspetti tecnici, ricerca e nuove tecnologie ci si imbatte fatalmente nell’ingorgo istituzionale-burocratico di una caterva infinita di leggi, leggine, norme attuative, protocolli, ecc.; nel corso di una delle sue ultime trasmissioni nel contesto dello “Angolo Cusati” ci ha provato il giornalista Pietro Cusati portando e guidando, quasi per mano, due soggetti (un giurista ed un tecnico) che hanno mostrato grande capacità narrativa pur nella difficoltà intrinseca dell’argomento trattato.

Ospiti della trasmissione c’erano l’ing. Michele Napoli (responsabile dell’ufficio tecnico-urbanistico del Comune di Sassano) e Nicola Senatore (avvocato amministrativista di grosso successo) che di recente ha difeso l’amministrazione comunale sassanese nella vicenda del commissario ad acta, raccogliendo una splendida vittoria dinanzi al Tar.

Ma è stato Michele Napoli la vera sorpresa della trasmissione; si è mosso con grande padronanza nei meandri molto intricati e controversi di una legislazione in materia di costruzioni che spesso è molto contraddittoria e che, nel corso, di questi ultimi settant’anni non è riuscita a trovare una giusta e serena sedimentazione in un unico e doveroso modello di legge che possa soddisfare tutte le esigenze. Con grande esperienza il conduttore Cusati, senza inutili interruzioni, ha dato all’ingegnere Napoli la possibilità di esprimersi e di spiegare dettagliatamente l’intricato ingorgo istituzionale-burocratico che molto spesso attanaglia e blocca la veloce e corretta esecuzione dei lavori pubblici.

Naturalmente per completare la lettura del difficile argomento bisognerebbe mettere in luce anche gli altri aspetti fondamentali del rapporto difficile, contrastante ed a volte rissoso e surreale che coinvolge gli ingegneri, i magistrati, la stampa e l’opinione pubblica. Come fasre a non ricordare che c’è una intrinseca difficoltà operativa per i tecnici con la conseguente incomprensione tra tecnici e magistrati, anche a causa di CTU spesso non preparati specificamente alla bisogna ed in alcuni casi anche portatori di una linea di pensiero diverso, una linea che (aggiungo io) spesso è dettata dal pensiero della stessa magistratura in relazione all’evento ed alla responsabilità da attribuire agli stessi tecnici, alla politica ed alle imprese operatrici. C’è poi la stampa che senza alcuna preparazione specifica, muovendosi anch’essa sull’onda di un pensiero, sponsorizza quasi sempre ed a testa bassa le “ipotesi surreali” che spesso vengono fuori dalle Procure, addirittura qualche minuto dopo l’evento catastrofico.

Insomma una trasmissione televisiva sicuramente di grande interesse che ha messo in buona evidenza le due capacità professionale, quella giuridica (avv. Senatore) e quella tecnica (ing. Napoli), in una unione operativa finalizzata alla risoluzione dei grandi problemi burocratici che fermano i lavori pubblici e indirettamente rallentano la crescita e l’occupazione in tutto il Paese.

E consentitemi, alla fine, una divagazione del tutto personale; ancora una volta il sindaco di Sassano Tommaso Pellegrino ha scelto bene mettendo l’ing. Michele Napoli alla guida dell’ufficio tecnico comunale e l’avv. Nicola Senatore a guardia dei principi di legalità sui quali si muove sempre l’amministrazione della cosa pubblica sassanese.

1 Commento

  1. OSPITI DELLA TRASMISSIONE ‘’L’ANGOLO CUSATI’’, ideata e condotta dal giornalista Pietro CUSATI,
    in onda su l’emittente televisiva UNO TV ,CANALE 646 :
    L’Avv. Nicola SENATORE del Foro di Lagonegro, Avvocato Cassazionista,
    Membro della Società Italiana Avvocati Amministrativisti,
    Presidente del Polo di formazione specialistica :
    ‘’CONSILIUM SENATORIS’’,con sede Sala Consilina (SA), Località Quattro Querce,presso lo Studio Legale Senatore,www.studiumsenatoris.it
    e
    L’Ing. Michele NAPOLI ,Responsabile dell’Ufficio Tecnico del Comune di Sassano (SA).
    SEMPLIFICAZIONE E MENO BUROCRAZIA PER FAR RIPARTIRE L’ECONOMIA,NON E’ SOLO QUESTIONE TERRITORIALE MA NAZIONALE E PER CONTRASTARE IL FENOMENO DELLO SPOPOLAMENTO: ‘’Sburocratizzare la pubblica amministrazione’’,snellire, semplificare le procedure amministrative ,innovare , per favorire la crescita economica e dare impulso al sistema produttivo del Mezzogiorno, mediante l’adozione di misure volte alla semplificazione del quadro normativo e amministrativo, connesso ai pubblici affidamenti. Un forte snellimento delle procedure burocratiche per semplificare la vita alle imprese,ai professionisti e ai cittadini, provvedimenti legislativi nati per semplificare, come la legge n. 55 /2019, sblocca cantieri, hanno l’effetto di complicare e di imporre solo vincoli e gabelle.
    APPUNTAMENTO CON L’ANGOLO CUSATI A GIOVEDI 9 GENNAIO 2020 .
    AUGURI DI BUONE FESTE.

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.