il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

Salvate il Teatro San Genesio

 

Dott. Vincenzo Mele

 

=SALERNO – Dopo 10 anni il Teatro San Genesio è ancora chiuso. Il luogo, sito a Vicolo Guaiferio, nel centro storico di Salerno, a pochi passi dalla Prefettura e da Palazzo di città, è stato il simbolo della scuola teatrale salernitana, avendo come capostipiti Alessandro Nisivoccia e Regina Senatore, quest’ultima attrice nella compagnia di Eduardo De Filippo e acclamata a livello nazionale nella soap opera “Un posto al sole”, scomparsa il 12 Maggio 2016. Al Teatro San Genesio si sono formati fior fiori di attori tra i quali Jari Gugliucci e Teresa De Sio ed è stato un punto di incontro di grandi registi come Eduardo De Filippo e Vittorio Gassman. Dal 2010 è in stato totale di abbandono e degrado. L’incuria, come dimostrano molte immagini scattate da persone della città e presenti sui social media, ha preso il sopravvento nel tempo trasformando il San Genesio in una discarica a cielo aperto. Oltre ai danni causati dall’inciviltà dei locali, è sopraggiunto un altro problema legato alla gestione del teatro dopo lo sfratto forzato della coppia Nisivoccia-Senatore e la conseguente chiusura: secondo la figlia di Regina Senatore, Anna Nisivoccia, al posto del teatro doveva sorgere prima una pizzeria con tanto di discoteca, poi un imprenditore romano avrebbe voluto aprire un locale insieme ai figli, ma, dopo il suo decesso, l’idea è stata accantonata. Ora, quattro anni dopo la morte di Regina Senatore, l’ingresso del Teatro San Genesio è diventato una piccola discarica selvaggia e per ora la giunta comunale tace, lasciando il luogo, un’istituzione culturale a Salerno, in ostaggio di balordi.

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.