il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

John: il nigeriano che pulisce gratis le strade di Salerno

Dott. Vincenzo Mele

 

SALERNO – Ha solo 32 anni e, come tanti altri, ha affrontato il viaggio sui barconi, che partono dalla Libia, stracolmi di anime piene di speranze per un futuro migliore. John Tony, nigeriano, spazza per terra le strade di Salerno, non chiede l’elemosina ma si dà da fare lavorando e pulendo i marciapiedi della città, dalla Cittadella giudiziaria al quartiere di Torrione, sostituendo, secondo gli abitanti della città, alcuni spazzini di Salerno Pulita che non lavorano come il resto dei loro colleghi. Prima di arrivare in Italia, nel paese africano John conduceva gli autobus, poi con il suo arrivo in Italia ha iniziato a pulire le strade di Palinuro, eliminando le erbacce. Come si evince dall’insegna che porta sempre con sé, non chiede carità, ma arnesi utili per poter pulire meglio le strade salernitane, ma il suo più grande desiderio è quello di avere i documenti necessari per soggiornare regolarmente in Italia.
Molti passanti gli lasciano 50 centesimi nel sacchetto, ma altri addirittura gli hanno offerto il caffè e gli hanno tessuto le lodi per il suo lavoro impeccabile. C’è però qualche operaio di Salerno Pulita che storce il naso di fronte al lavoro che il 32enne nigeriano compie senza pretendere nulla in cambio, al contrario di qualche netturbino dell’azienda stessa che, impugnando come scusa il salario non propriamente cospicuo, non svolge a pieno le proprie mansioni, quelle per cui viene pagato anche con il denaro pubblico.
Dalla storia di John impariamo che l’integrazione a Salerno è possibile attraverso la gentilezza e l’educazione: non è certo questo il primo caso in cui un lavoratore straniero dà il buon esempio ai locali, fin troppo impegnati a lamentarsi per rimboccarsi le maniche e per occupare il corretto ruolo nella nostra società.

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.