il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

Antonio Fogliame capogruppo di forza Italia illustra i progetti x la ripresa sanitaria ed economica di Scafati.

 

La redazione

(fonte: Carmine Pecoraro)

 

Antonio Fogliame - Scafati

SCAFATI – Sono molto preoccupato oltre che per la salute fisica dei mie concittadini  anche per la salute economica delle microimprese e  delle tante attività commerciali Scafatesi che già da tempo vivevano una situazione di crisi che si è aggravata  ulteriormente a causa della pandemia di Covid 19. Quando ne usciremo, ahimè si farà la conta e vedremo a quel punto, chi potrà rialzare la serranda.! Il Comune già da ora ,deve fare delle scelte coraggiose nel pensare al dopo per far si che le serrande si alzino tutte senza lasciare indietro nessuno. Come fare ? Bisogna pensare ad incentivare le riaperture individuando provvedimenti che possano essere a sostegno reale delle microimprese e dei commercianti creando una vera e propria strategia comune che possa sostenere la ripartenza. Si potrebbe pensare ad esempio, alla possibilità di ridurre o azzerare alcune tasse comunali, come la COSAP o la TARI in una finestra temporale di un anno al fine di dare impulso economico di sostegno. C’è bisogno di lavorare  già da subito su alcuni punti :coordinamento decisionale, ripensamento della vita cittadina cominciando dalla mobilità, riavviare il motore economico della città con la riapertura in sicurezza delle attività produttive. Bisogna  fare rete altrimenti una città che già era in agonia vivrà  un incubo peggiore. Il sostegno alle microimprese ed ai commercianti significa garantire alla comunità e allo stesso Comune la tenuta economica per il futuro della città di Scafati. Per tornare poi all’aspetto sanitario di questa emergenza che stiamo vivendo, gli Amministratori dovrebbero sapere che il realizzarsi dell’USCA (Unità Speciali di Continuità Assistenziale) non dipende dai MMG ma dal coordinamento dei Sindaci del Distretto 61 (Scafati, Angri, Corbara e  Sant’Egidio del Monte Albino) e dei vertici dello stesso Distretto 61 della nostra ASL, e che solo grazie all’ insistenza nostra e dello stesso Direttore di Distretto, si terrà nei prossimi giorni un incontro per la definizione e  l’attuazione  del progetto U.S.C.A.

 

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.