il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

Marco Pannella a 90 dalla nascita,il ricordo di David Sassoli,Presidente del Parlamento Europeo:l’attualità del suo impegno a favore dei diritti civili umani.

Due significative immagini di Marco Pannella

‘’Buon compleanno, Marco. Chissà se hai notizie di quello che accade qui da noi”. Inizia  così la bella lettera di ricordo dedicata al grande  Marco Pannella, che  avrebbe compiuto 90 anni, promossa dal suo Partito Radicale e dall’Associazione Articolo 21 , firmata da decine di esponenti della politica, giornalisti, della società civile e della cultura.”Magari sì – continua la missiva dedicata al leader radicale scomparso nel 2016 – capace come pochi di ‘vedere’, là dove un po’ tutti guardano; di prestare attenzione ai ‘segnì rivelatori e anticipatori, di ascoltare e non semplicemente sentire; di dire e non solo parlare. In tanti dicono che si combatte una guerra. Guerra globale, più terribile di quella che si poteva immaginare, perché non esiste un nemico appartenente al nostro ‘genere’. Tu parole come guerra e nemico, le detesti. Per te non ci sono nemici. Il leader carismatico del partito radicale ,coscienza critica del parlamento italiano ed europeo ,sulla base di una fedeltà ai principi di libertà e democrazia ,gli Stati uniti d’Europa ,il federalismo Europeo ,Giacinto  Pannella detto Marco,nato a Teramo il 2 maggio 1930,morto a Roma a 86 anni, il 19 maggio 2016,giornalista,politico,parlamentare italiano ed europeo, artefice di tante battaglie che hanno cambiato la vita degli italiani. Simbolo della difesa dei diritti civili umani  e della non-violenza,fondatore del partito radicale, protagonista  di tante battaglie nel campo dei diritti  divorzio,aborto , la difesa della dignità dei condannati, la lotta contro la fame nel mondo, l’abolizione della pena di morte ,grazie a Pannella il referendum è diventato un concreto strumento di partecipazione attiva dei cittadini  alla politica. Il  ricordo di  David Sassoli ,giornalista ,Presidente del parlamento europeo :   ‘’Marco Pannella avrebbe compiuto novant’ anni e certamente sarebbe stato ancora un protagonista della politica italiana ed europea. Al  Parlamento europeo molti ancora lo ricordano anche per il suo tenace europeismo il sodalizio con Spinelli la sua tenacia nel sostenere le battaglie federaliste ,un uomo che si è fatto conoscere per un metodo innanzitutto il metodo non violento ha combattuto battaglie di valore si è speso a favore dei diritti civili umani ha coinvolto cittadini e leaders di tutti i Paesi ,quanta attualità  c’è ancora nel suo impegno ,pensiamo alla richiesta di moratoria per il debito dei Paesi in via di sviluppo e alla grande battaglia contro la fame nel mondo se fosse stato ascoltato probabilmente oggi avremmo meno difficoltà in tante occasioni ha rifiutato anche incarichi di prestigio ha speso la sua vita politica e anche le sue campagne elettorali per fare in modo che fossero uno strumento di conoscenza del valore della politica dei termini che la politica deve affrontare non certo per affermazione personale per la sua passione politica non si è mai risparmiato anche fisicamente ed è diventato via via la coscienza critica del nostro paese sulla base di una fedeltà ai principi di libertà e di democrazia .Marco aveva un profondo rispetto per le istituzioni per lui la Costituzione è il punto di riferimento delle sue battaglie ,l’ articolo ventisette gli era particolarmente caro ovvero quello che stabilisce che le pene devono tendere alla rieducazione del condannato e nell’ attenzione alla vita, la pena come sacrificio ma anche come reinserimento. Oggi all’Italia manca una figura come Pannella capace di essere coscienza critica dei cittadini ,il valore della cittadinanza’’.

Dr. Pietro Cusati

(giurista – giornalista)

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.