il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

Italia ’90: dieci curiosità a 30 anni di distanza dalle “Notti Magiche”

L’8 Giugno 1990 l’arbitro francese Michel Vatrout diede il fischio di inizio al match tra l’Argentina di Diego Armando Maradona e il Camerun di Roger Milla a San Siro, partita inaugurale del Mondiale 1990 giocato in Italia.

Trent’anni dopo le “Notti magiche” rese memorabili dai goal di Totò Schillaci e dal trionfo della Germania Ovest contro l’Argentina grazie al rigore di Andreas Brehme, ecco 10 curiosità sul Mondiale:

1 – Fu il Mondiale del Camerun di Roger Milla, tornato nel giro della Nazionale dei “Leoni indomabili” a 38 anni. Il Camerun rimane ancora oggi una delle poche squadre africane ad accedere ai quarti di finale di una Coppa del Mondo, risultato eguagliato dal Senegal nel 2002 e dal Ghana nel 2010. Milla successivamente divenne, durante il Mondiale del 1994, il giocatore più anziano a siglare un gol in un match della Coppa del Mondo.

2 – Fu il Mondiale dell’Irlanda di Jack Charlton, che arrivò ai quarti di finale senza essere battuta in un girone che comprendeva l’Inghilterra, l’Olanda e l’Egitto. Dopo aver pareggiato con gli inglesi, gli egiziani e gli olandesi, la nazionale irlandese trionfò ai rigori contro la Romania di Lung, Hagi e Raducioiu per poi perdere 1-0 contro l’Italia di Azeglio Vicini.

3 – Fu il Mondiale del ritorno delle squadre che mancavano da molto tempo, come l’Egitto, che partecipò al Mondiale nel 1934, giocato nell’Italia mussoliniana, e degli Stati Uniti, assenti dal 1950.

4 – Fu il primo ed unico Mondiale giocato dal portiere colombiano Renè Higuita con i “Cafeteros”. Il portiere, celebre per lo scorpione contro l’Inghilterra nel 1995, venne arrestato nel ’93 per aver fatto da mediatore in un sequestro senza avvertire le forze dell’ordine, saltando così il Mondiale del 1994 giocato negli Stati Uniti.

5 – Fu la Coppa del Mondo della debuttante Costa Rica. La selezione centroamericana guidata dal coach giramondo Bora Milutinovic, trascinata dai goal di Flores, Cayasso e Medford, vinse contro la Scozia per 1-0, contro la Svezia per 2-1 e perse contro il Brasile per 1-0. I centroamericani persero poi per 4-1 contro la Cecoslovacchia di Shuravky, futura punta del Genoa. Il Costa Rica si supererà nel 2014 arrivando ai quarti di finale dove si arrenderà ai rigori contro l’Olanda.

6 – Fu la prima e finora unica Coppa del Mondo per gli Emirati Arabi Uniti. Inserita insieme alla Germania Ovest, alla Jugoslavia e alla Colombia, la selezione guidata dal c.t. Carlos Alberto Parreira, perse tutti e tre gli incontri ritornando a casa segnando solo due gol e subendone undici.

7 – Fu il Mondiale che portò all’ascesa della Romania post-Ceausescu, che divenne la nazionale più competitiva e fantasiosa durante gli Anni ’90, grazie all’estro di Georghe Hagi, il “Maradona dei Carpazi”, allora stella della Steaua Bucarest, che portò i romeni agli ottavi di finale, battuti ai rigori dall’Irlanda di Jack Charlton.

8 – Fu il Mondiale che vide l’ascesa del talento di Roberto Baggio. Indimenticabile la rete contro la Cecoslovacchia dove il neoacquisto della Juventus dribblò ben due giocatori accentrandosi dalla fascia destra con un velocissimo scambio con Giannini della Roma. Fu il primo dei tre Mondiali a cui il Divin Codino prese parte.

9 – Fu l’ultimo Mondiale della Jugoslavia. La squadra trainata da giocatori come Stojkovic, Prosinecki e da un giovanissimo Suker, giocò il suo ultimo match dei Mondiali contro l’Argentina di Maradona persa per 2-1 ai quarti di finale. Il paese balcanico vide lentamente la sua dissoluzione e nessuno avrebbe mai pensato che Sarajevo potesse divenire due anni dopo la città simbolo della Guerra dei Balcani.

10 – Fu l’ultimo Mondiale della Germania Ovest. La nazionale tedesca guidata dall’ex campione del mondo Franz Beckenbauer, vinse con un rigore di Brehme. Solo tre mesi dopo avvenne la riunificazione con la Germania Est, sancendo la rinascita del paese riunito dopo tanti anni di divisione.

 

Dott. Vincenzo Mele

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.