il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

PROROGATA LA SCADENZA DEI DOCUMENTI DI RICONOSCIMENTO SCADUTI,CARTA D’IDENTITA’ E PATENTE DI GUIDA FINO AL 31 DICEMBRE 2020 .

 

Dr. Pietro Cusati

dr. Pietro Cusati - giornalista, giurista

Roma ,3 Agosto 2020. Il  decreto-legge 19 maggio 2020, n.34, cosiddetto “decreto Rilancio”, convertito con la legge n.77/2020, ha ulteriormente prorogato la scadenza dei documenti di riconoscimento scaduti ,carta d’identità e patente di guida, fino al 31 dicembre 2020, a causa dell’emergenza Coronavirus. L’articolo 157,ha prorogato quanto previsto dall’articolo 104 della legge 24 aprile 2020, n. 27 ,fino al 31 dicembre 2020 e  prevede che «la validità ai fini dell’espatrio resta limitata alla data di scadenza indicata nel documento».Quindi Carta di identità e patente scadute prorogate solo per l’uso del documento all’interno del territorio italiano e non  possono essere usate per l’espatrio, se scaduto. Altra novità introdotta dalla legge circa i documenti di identità è la possibilità di rinnovare sia le carte di identità cartacee che le carte di identità elettroniche prima del centottantesimo giorno precedente la scadenza. Obiettivo della disposizione, introdotta dal decreto-legge 16 luglio 2020, n.76, è quello di favorire l’accesso dei cittadini ai servizi in rete delle amministrazioni pubbliche, come spiega la stessa direzione centrale per i Servizi demografici in un’altra circolare, la n.9 del 2020. Inoltre dal 17 luglio 2020 è  in vigore il decreto-legge n.76 avente ad oggetto le misure per la semplificazione e l’innovazione digitale,pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 178 del 16 luglio 2020,supplemento ordinario n.24.Il cosiddetto  decreto semplificazioni ha introdotto, con i 65 articoli , importanti novità in materia di contratti pubblici e incentivi agli investimenti. Vengono introdotti  strumenti utili a rilanciare il mercato dei contratti pubblici, e in particolar modo delle gare di appalto, nonché di fornire nuovi mezzi con cui incentivare l’attività di impresa e gli investimenti.Infatti il  decreto introduce  procedure finalizzate ad incrementare gli investimenti pubblici durante il periodo emergenziale in relazione all’aggiudicazione dei contratti pubblici c.d. sotto soglia  e c.d. sopra soglia . Le predette disposizioni si applicano solo nei casi in cui “la determina a contrarre o altro atto di avvio del procedimento equivalente sia adottato entro il 31 luglio 2021”. Le cause soggette al c.d. rito appalti debbano essere definite con sentenza in forma semplificata in esito all’udienza cautelare.L’articolo 5 interviene, in deroga alla normativa vigente, in merito alle ipotesi in cui la stazione appaltante ha facoltà di sospendere l’esecuzione di un’opera pubblica. La norma ora indica le predette ipotesi in modo tassativo, e, di conseguenza, limita le ipotesi in cui le parti o l’autorità giudiziaria possono sospendere l’esecuzione. Tali  norme  hanno carattere transitorio. Sono in ogni caso espressamente fatte salve le ulteriori ipotesi di sospensione previste o derivanti dall’applicazione di norme penali, delle leggi antimafia, di vincoli inderogabili derivanti dall’appartenenza all’Unione europea, di gravi ragioni di ordine pubblico, salute pubblica, gravi ragioni di pubblico interesse o gravi ragioni di ordine tecnico idonee a incidere sulla realizzazione a regola d’arte dell’opera .La disposizione prevede che per l’esecuzione degli interventi già disciplinati dall’articolo 4 del decreto-legge 18 aprile 2019, n. 32 (c.d. sblocca-cantieri), i Commissari straordinari “possono essere abilitati ad assumere direttamente le funzioni di stazione appaltante e operano in deroga alle disposizioni di legge in materia di contratti pubblici”.

I Comuni possono adottare un regolamento per assicurare il corretto insediamento urbanistico e territoriale degli impianti e minimizzare l’esposizione della popolazione ai campi elettromagnetici con riferimento a siti sensibili individuati in modo specifico. Il decreto “semplificazioni” opera poi un rafforzamento e uno snellimento delle funzioni e dei procedimenti in seno al Cipe, nell’auspicato tentativo di velocizzare la realizzazione delle opere di sua competenza .

 

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.