il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

SASSANO : SI CHIUDE CON UN GRANDE SUCCESSO LA MOSTRA D’ARTE SU DE MATTEIS

 

 

Michele D’Alessio (giornalista-reporter)

 

SASSANO – Grande successo di visitatori e di consensi per la mostra d’arte di “Paolo De Matteis dal Cilento a Sassano” che è stata allestita presso Palazzo Babino, nei giorni 1 e 2 agosto, nella quale è stato possibile ammirare i capolavori originali di uno dei grandi Maestri di fine ‘600 inizi ‘700, tra i quali “Leda e il Cigno”. Le opere esposte erano 10, di cui sei opere originali, provenienti da collezioni private e appassionati dell’arte di De Matteis. Ad arricchire la mostra c’erano anche altri oggetti, come francobolli che onoravano l’artista del Cilento (Piano Vetrale). Una esposizione pittorica curata nei minimi particolare direttamente dal presidente della Proloco di Sassano dottore Antonello Aumenta, organizzatrice principale del week-end artistico culturale. L’evento ha visto coinvolto anche altre associazioni sassanesi tra cui l’associazione “In Cammino con Padre Pio” preseduta da Giovanni Bautti, Gli Amici della Biblioteca, il Gruppo Teatrale Sassanese “Pasquale Petrizzo”. Un ringraziamento speciale va al Sig. Demetrio Coccaro e al Prof. Franco De Luca per il prezioso e fondamentale contributo professionale per l’allestimento della mostra. L’intera manifestazione è avvenuta nel rispetto delle regole previste dall’emergenza Covid-19, grazie all’assistenza sanitaria dei volontari dell’ANPAS-Vola di Sassano gestita da Marra Margherita.

Ci dobbiamo ritenere ampiamente soddisfatti – ha dichiarato il vice-presidente della Proloco Franco Biancamanoed essere fieri per aver organizzato la prima e particolare mostra, per il numero dei partecipanti provenienti da tutto il Vallo di Diano,  anche se,  si sapeva che non poteva essere paragonato agli altri eventi svolti in precedenza visto la particolarità dell ‘evento e poi c’è da tener presente il periodo di ferie, del caldo, degli immancabili impegni,. Un forte ringraziamento va’ ad Antonello ed ai soci per aver programmato e diretto la manifestazione con l’augurio di continuare su questo filone di interessamento, visto il periodo Covid che stiamo vivendo, che non ci ha permesso e che ancora non ci permette di svolgere le nostre “storiche ” manifestazioni ( Fiera , Agosto in Villa ecc)”

Ad arricchire la manifestazione culturale, due altri incontri culturali, sabato 1 agosto con inizio alle ore 20,30, nell’Anfiteatro “Terra Mia”, nei giardini di Palazzo Palazzo Babino, – il Gruppo Teatrale Sassanese ha messo in scena una commedia, in tre atti, in vernacolo sassanese, dal titolo “Na zita pp’ Paschcalin”, dello scrittore e saggista Sassanese Pasquale Petrizzo. Mentre Domenica 2 agosto, con inizio alle ore  21,00, il Presidente della Fondazione Grande Lucania sen. Francesco Castiello ha presentato in anteprima il suo secondo libro “Le radici della dieta mediterranea. Vivere bene secondo i classici” insieme al Dottor Rubino Domenico (Responsabile del  Reparto Covid di Polla), e con i rappresentanti del Comune di Sassano Ingegnere  Antonio D’amato e Tommaso Pellegrino presidente del Parco del Cilento. Ha coordinato l’incontro il Dott. Pietro Cusati di Unotv.

Il libro “Le radici della dieta mediterranea. Vivere bene secondo i classici” pubblicato nel 2020 da Edizioni dell’Ippogrifo di Salerno, propone un altro punto di vista dove i classici offrono un ricco catalogo di precetti, di esortazioni, di consigli sul corretto modo, oltre che di alimentarsi, di pensare, di agire, di vivere, aiutandoci a comporre un codice di autocontrollo che permetta di godere, con misura, i piaceri della vita, ma anche di affrontare, con una efficace strategia difensiva, le avversità e i mali, in particolare quelli della vecchiaia. Dalla lettura dei classici si comprende che la “Dieta Mediterranea” è, insieme, un modo di nutrirsi e un metodo di pensare, di agire, di vivere.                                                                          Infine, a termine della serata, il dottore Aumenta Antonello, lancia una iniziativa inedita e suggestiva, che vuole diventare un appuntamento fisso nei prossimi anni: nelle serate di sabato e domenica nelle viuzze del centro storico i “fantasmi” e la “strega” di Sassano riprendono Vita, diventando momento spettacolare di ironia e meditazioni, di un tempo che fu.

Solo durante queste notti sarà possibile scorgere nelle “carrare” del centro storico la possente figura del Fantasma del Saraceno e della Strega Nera… per i più fortunati e svelti potranno tirare il cappuccio al Monacello saltellante, che diventerà da quel momento una cornucopia dalla quale usciranno monete d’oro…

 

 

 

 

1 Commento

  1. Paolo De Matteis, nel suo tempo, era conosciuto anche con l’appellativo di “Paoluccio della Madonnina”, probabilmente, per il fatto che sua madre, dai lineamenti particolarmente gentili e delicati, fosse soprannominata dai più: “la Madonnina”.

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.