il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

Lutto nel mondo del giornalismo è morta una professionista esemplare Valeria Capezzuto, della TGR Campania,aveva 63 anni.

 

Dr. Pietro Cusati

(Giurista-giornalista)

Valeria Capezzuto, giornalista

NAPOLI, 9 Agosto 2020 . E’ morta Valeria Capezzuto, 63 anni, napoletana, giornalista della Tgr Campania. Una donna straordinariamente forte, coraggiosa , scrupolosa, preparata, sempre attenta, sensibile e premurosa.  Ad annunciare la scomparsa  è stato  il caporedattore centrale della Testata Giornalistica Regionale Campana della Rai Antonello Perillo che si è fatto portavoce dello sconforto e della tristezza degli altri componenti della redazione che per anni hanno lavorato fianco a fianco con lei. ’’La grande famiglia della Rai di Napoli – scrive Perillo – piange la scomparsa di Valeria Capezzuto. Valeria carissima, abbiamo il cuore a pezzi. Ognuno di noi porterà sempre dentro di sé il tuo sorriso dolce, il tuo sguardo buono, il tuo garbo, la tua innata gentilezza. La grande cara amica di tutti noi, sempre attenta, sensibile e premurosa.” Aveva esordito con il  Giornale di Napoli nel 1992. Poi la lunga carriera in Rai, a partire dal 1995. Molto attiva nel giornalismo sociale.  Giornalista professionista dal 1995, per anni inviata della Tgr, Valeria Capezzuto era stata colpita da una malattia che si è aggravata fino all’esito fatale. Messaggi di cordoglio dal sindaco di Napoli,Luigi de Magistris: “Con dolore esprimo il profondo cordoglio ai familiari di Valeria Capezzuto, per la sua prematura scomparsa. Giornalista brava, professionale, sensibile ed amante della nostra Napoli. Ai familiari, ai suoi amici cari ed ai giornalisti della Rai di Napoli rivolgo un forte abbraccio.”Cordoglio dai colleghi del Cdr della Tgr Rai Campania, Usigrai e Sugc. Una collega che sapeva fare il suo lavoro con professionalità e serietà. Sempre se stessa, sempre senza mai uscire dalle righe. Un ricordo del Presidente del Consiglio dell’ordine dei Giornalisti della Campania Ottavio Lucarelli: ‘’il tuo sorriso, la tua gentilezza, la tua professionalità. Valeria hai smesso di soffrire ma ci mancherai sempre. Quando ci incontravamo per i servizi giornalistici era un piacere enorme. Ci hai insegnato tantissimo. Manchi non solo alla tua famiglia Rai ma a tutta la nostra comunità. Il pensiero della collega Annalisa Angelone: ‘’ Per gli angeli sei tornata a casa ma per chi resta è vuoto senza nome, rimpianto senza fine. Se la trama della vita si comprende dal finale, questo grande dolore che lasci racconta da solo che eri una persona bellissima, dolcissima, che ha sempre aiutato gli altri, anche quando stavi male. Sorridente con noi quando eri già stanca e provata, e non ti restava molto da vivere. Pronta ad accogliere e accarezzare la sofferenza degli altri mentre avevi la tua da combattere. Giornalista di grande valore, innamorata del suo lavoro. Una di quelle persone rare che lasciano il mondo migliore di come lo hanno trovato. Ma anche più triste e buio. L’affetto che ti arriva da ogni parte sia di conforto alla tua splendida

 

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.