il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

Bottone:chiede la riapertura ad horas della Villa Comunale di Pagani

da Uff. Stampa S. Bottone

 

 

L’ex primo cittadino, Salvatore Bottone, ha avanzato la richiesta ai commissari dell’immediata riapertura del polmone verde di Pagani, chiuso ormai da qualche giorno. Sono state riconsegnate, infatti, negli ultimi giorni, dagli addetti della Pagani Servizi, le chiavi della villa comunale ai Commissari Prefettizi. La motivazione riguarderebbe la mancanza di disponibilità economica per garantire il servizio di portierato e/o di vigilanza secondo i bene informati. “Ho incontrato personalmente i Commissari Prefettizi del comune di Pagani e li ho sollecitati con un ulteriore telefonata a riaprire con immediatezza la villa comunale, unica valvola green del centro cittadino e che, in queste giornate afosedi agosto,esoprattutto in seguito all’ordinanza nazionaleche impone di indossare le mascherine dopo le 18:00, potrebbe essere punto strategico per anziani, mamme e bambini che vi passeggiano per trovare riparo dal caldo”–spiega Bottone.L’ex sindaco aggiunge: “Se persistono problemi tecnico/amministrativi, lacittadinanza non può pagarne le conseguenze. E’ necessario trovare con immediatezza la soluzione e riaprire”.E conclude: “Ci sono tanti cittadini che, in queste ore, hanno espresso la propria disponibilità per rendersi responsabili dell’apertura e della chiusura dei cancelli della villa; io stesso mi rendo volontariamente disponibile per espletare la mansione.Ricordo che per anni gli spazi della villa comunale sono stati aperti, senza alcuna necessità di personale che aprisse e chiudesse i cancelli e auspico che, in questa particolare situazione, si possa fare lo stesso. Importante, piuttosto, sarebbe approfittare di questa brevechiusura per effettuare velocemente la pulizia e la sanificazione dell’area in modo da garantire una riapertura sicura per tutti gli avventori”

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.