il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

Il candidato sindaco Vincenzo Calce ha formulato istanza per incontrare la commissione prefettizia del Comune di Pagani,.

da Uff. Stampa Vincenzo Calce

_Alla base della richiesta la necessità di discutere in merito a temi di assoluta rilevanza tra cui i punti salienti della vita amministrativa, economica e sociale della città di Pagani e in particolare in merito ai seguenti punti:


  1. la situazione debitoria a cui è esposto l’Ente e gli atti eventualmente adottati in merito alla situazione di dissesto finanziario fra cui la “rilevazione della Massa Attiva e Passiva”, “il Bilancio Stabilmente Riequilibrato”, nonché la riorganizzazione strutturale dei servizi con particolare riferimento alla gestione delle entrate;
  2. le determine e gli atti di liquidazione e pagamento di “debiti pregressi”;
  3. la riorganizzazione degli uffici comunali, in particolar modo l’Ufficio di Supporto alle attività della CSL;
  4. il contezioso in corso con il Consorzio di Bacino SA1 (per i canoni del Ciclo di gestione dei rifiuti arretrati);
  5. le politiche sociali, in particolar modo la riapertura post-Covid19 dei locali presso il Centro Sociale di Pagani in uso all’associazione “Superabile” impegnata da anni nel reinserimento dei ragazzi e ragazze diversamente abili;
  6. le politiche scolastiche, in particolar modo la ripresa delle attività didattiche e l’individuazione, nei locali SUAP di via Ten. Pittoni di locali adibiti ad asilo nido;

Tutte queste problematiche che, evidentemente, costituiscono “il vero problema dell’ingovernabilità dell’Ente” e che se non risolte con chiarezza e definitività adeguata, condizioneranno la vita dello stesso per i prossimi anni rischiando di compromettere seriamente anche la “concreta possibilità di risanamento – precisa il candidato sindaco Vincenzo Calce – mi inducono a chiedere questo incontro, per comprendere “la reale situazione oggi esistente” in termini finanziari e cosa si intende fare nelle prossime settimane, che ci separano dal voto amministrativo, per la risoluzione dei problemi evidenziati e per la riorganizzazione effettiva dei servizi comunali”.



Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.