il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

CAMPANIA: OBBLIGATORIO INDOSSARE TUTTO IL GIORNO LA MASCHERINA ALL’APERTO FINO AL 4 OTTOBRE 2020

 

Dr. Pietro Cusati

(Giurista – Giornalista)

Napoli,25 settembre 2020.  Una ordinanza regionale del Presidente De Luca più restrittiva di quella nazionale, infatti, già da ieri  e fino al 4 ottobre 2020 , su tutto il territorio della Regione Campania, è obbligatorio indossare la mascherina all’aperto tutto il giorno. In Campania si è registrata la più alta impennata di contagi in Italia.Secondo una disposizione del Ministero della Salute, vigeva l’obbligo di mascherina a partire dalle ore 18,00 all’esterno nelle situazioni di assembramento e quelle in cui non è possibile rispettare il distanziamento sociale. Il Presidente della Regione Campania  Vincenzo De Luca ha firmato l’ordinanza n.72 del 24 settembre 2020, pubblicata su BURC n.181 di pari data, che contiene ulteriori misure per la prevenzione e la sicurezza, fatta salva l’adozione di ulteriori provvedimenti in conseguenza della rilevazione quotidiana dei dati epidemiologici della regione Campania.  “Occorre, ha dichiarato il Presidente della regione Campania Vincenzo  De Luca, ripristinare immediatamente comportamenti responsabili, a maggior ragione con l’apertura delle Scuole. Se vogliamo evitare chiusure generalizzate è necessario il massimo rigore“. Sono ulteriormente confermate le disposizioni di cui all’Ordinanza regionale n.66 dell’8 agosto 2020, concernenti l’obbligo di rilevare la temperatura corporea dei dipendenti ed utenti degli uffici pubblici ed aperti al pubblico e di impedire l’ingresso, contattando il Dipartimento di prevenzione della ASL competente,  laddove venga rilevata una temperatura superiore a 37,5 gradi C°. È disposto l’obbligo, su tutto il territorio regionale, di indossare la mascherina anche nei luoghi all’aperto, durante l’intero arco della giornata, a prescindere dalla distanza interpersonale, fatte salve le previsioni degli specifici protocolli di settore vigenti, ad esempio per le attività di ristorazione, bar, sport all’aperto. L’obbligo rimane escluso per i bambini al di sotto dei sei anni, per i portatori di patologie incompatibili con l’uso della mascherina e durante l’esercizio in forma individuale di attività motoria e/o sportiva. È fatto obbligo ai titolari di esercizi commerciali, culturali, ricreativi, o comunque aperti al pubblico, non all’aperto, di effettuare la misurazione della temperatura corporea all’ingresso dei locali di esercizio e di assicurare la presenza di dispenser di gel e/o soluzioni igienizzanti, subordinando l’accesso ai locali alla previa igienizzazione delle mani e al riscontro di temperatura inferiore a 37,5 gradi C°. Inoltre vi è l’obbligo della identificazione di almeno un soggetto per tavolo o per gruppo di avventori attraverso la rilevazione e conservazione dei dati con idoneo documento di identità. In relazione all’ordinanza n.72 del 24 settembre 2020, il Presidente Vincenzo De Luca ha scritto al Ministro dell’Interno chiedendo di definire un piano di impegno straordinario delle forze dell’ordine per garantire il rispetto delle misure di prevenzione e sicurezza sanitaria. Ogni misura sarà vana se non sarà assicurato un capillare controllo sul territorio in ordine all’osservanza delle prescrizioni volte al contenimento dei contagi. Si rinnova pertanto la richiesta di un impegno straordinario delle Forze dell’Ordine in campo e di un incremento numerico delle stesse, indispensabili all’efficacia delle attività di controllo inerenti all’emergenza”. “Si insiste – scrive De Luca – nella richiesta di adozione di ogni atto necessario ad implementare le unità di sostegno da destinare alle scuole della Campania, anche in deroga al regime ordinario, per garantire la continuità didattica degli alunni con disabilità, e si segnala la pressante esigenza – nel contesto epidemiologico che si registra sul territorio regionale e a livello nazionale – di evitare la mobilità interregionale del corpo docente per i rischi di diffusione del contagio ad essa connessa”.Sono 248 i nuovi positivi al Coronavirus in Campania su 3.901 tamponi analizzati nelle ultime 24 ore, secondo i dati diffusi dall’ultimo bollettino della Protezione Civile Nazionale, pubblicati sul sito del Ministero della Salute. Dopo il calo di martedì scorso, con i 156 positivi conteggiati ieri, il numero dei nuovi contagiati torna quindi ad aumentare. Per la seconda volta in Campania si registra quindi il più alto aumento di contagi in Italia.  Infine il Presidente De Luca ha chiarito l’Ordinanza n. 72 del 24 settembre 2020 in merito alla proroga ed aggiornamento delle disposizioni per lo svolgimento delle attività economiche, sociali e ricreative. La disposizione concernente l’obbligo per i titolari di esercizi commerciali, culturali, ricreativi, o comunque aperti al pubblico, non all’aperto “di effettuare la misurazione della temperatura corporea all’ingresso dei locali di esercizio e di assicurare la presenza di dispenser di gel e/o soluzioni igienizzanti, subordinando l’accesso ai locali alla previa igienizzazione delle mani e al riscontro di temperatura inferiore a 37,5 gradi C°”. Per i centri commerciali al chiuso, presso cui operino singole attività commerciali , i quali possono, preferibilmente, dotarsi di  termoscanner o effettuare la rilevazione della temperatura all’ingresso del centro trova applicazione per i centri commerciali all’aperto – presso cui operino singole attività commerciali – nei quali sarà cura del singolo esercizio commerciale rilevare la temperatura del proprio cliente e trova applicazione per tutti gli esercizi commerciali aperti al pubblico , farmacie, banche, etc. a prescindere dal tipo di attività esercitata, laddove vi sia comunque un contatto con l’utenza esterna.

 

 

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.