il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

SANT’ARSENIO: IN USCITA ” BREVI CENNI DI LETTERATURA ITALIANA TRA COMMENTI, BIOGRAFIE DEI MAGGIORI POETI E SCRITTORI ITALIANI”. LA QUATTORDICESIMA OPERA LETTERARIA DI ANGELO GRECO

Dr. Michele D’Alessio (giornalista – agronomo)

Angelo Greco

SANT’ARSENIO – E di prossima pubblicazione (precisamente per fine ottobre 2020) il quattordicesimo lavoro letterario ” Brevi Cenni di Letteratura Italiana tra commenti, biografie dei maggiori poeti e scrittori italiani” del poeta e scrittore santarsenese Angelo Greco. Il suo esordio letterario avvenuto quasi 40 anni fa, con la prima raccolta di poesie “Rime Nuove” pubblicata nel lontano 1981 e con una seconda raccolta “Pensieri e Parole” pubblicata insieme a “Novelle Paesane”, una serie di trentasette racconti popolari, che parlano della vita contadina di una volta. Autore di 9 commedie in vernacolo santarsenese e con una terza raccolta di poesie “ Versi d’Autore”. Un altro lavoro letterario pubblicato è stato “Fede e Amore“ seguito poi da un altro successo “Antichi Valori Perduti”  che parla della vita contadina di una volta, facendo riferimento ai principali lavori stagionali e alle tematiche di vita rurale, delle nostre passate generazioni. Tra i suoi libri non possiamo non citare “Il Brigante Tittariello” un romanzo – documentario “Tra realtà e Fantasia” che parla del fenomeno del brigantaggio nel territorio Valdianese e dintorni e in particolare del brigante Tittariello di Sant’Arsenio.                                                                                                                                              Ritornando al suo ultimo capolavoro letterario ” Brevi Cenni di Letteratura Italiana”, l’autore analizza e commenta le opere letterarie e le biografie dei più grandi poeti e scrittori della letteratura italiana, iniziando dal sommo poeta Dante Alighieri (1300) e concludendo con quelli più contemporanei come Montale e Moravia. I commenti e i pareri letterari dell’autore Angelo Greco, sono costantemente semplici e chiari, perché soltanto così il lettore li comprende subito e li può assimilare e discutere immediatamente. Tutto ciò favorisce la memorizzazione di lunga durata e un approccio attivo al testo, che rende scorrevole e piacevole la lettura e riduce l’impegno personale e la fatica del lettore. I commenti di vario tipo servono per comprendere meglio le opere, per indicarne i punti più significativi, per smontarli nelle loro componenti e per mostrare altre prospettive. Insomma per insegnare ad essere attivi nei confronti di questi grandi autori. Essi però, non vuole essere, una verità indiscutibili da memorizzare e da ripetere acriticamente; vogliono essere esempi di analisi e stimoli al lavoro personale.                                                                                                                                                                                                                                                                                                  Su questo, l’autore Angelo Greco dichiara “Penso che la cosa più bella sia raccontare, descrivere, romanzare, invecchiare con la poesia. Questa in particolare non invecchia mai e resta sempre una fedele compagna dell’animo, che mi aiuta e mi sostiene a non pensare al tempo che passa inesorabile sulle nostre stesse vite. Questa mia passione per la poesia e la narrativa nasce sin da piccolo e credo sia cosa buona non nascondere le proprie passioni, né le proprie doti ma diffonderle, divulgarle, questo è quello che voglio cercare di fare con questa pagina. Scrivere qualcosa e poi depositarla nel solito cassetto è un vero peccato! Riuscire a pubblicarla invece, vuol dire prima di tutto metterla al sicuro, poi la soddisfazione grande di tutto ciò che si era in partenza prefisso e in ultimo finalmente poterla fare conoscere al pubblico…”

Biografia e Opere di Angelo Greco

 

Angelo Greco è nato a Sant’Arsenio (SA) il 2 settembre del 1948, ove tutt’oggi vive e risiede con la sua famiglia. Ex dipendente ASL in pensione, (Infermiere – caposala) con la passione da sempre per la poesia e per la narrativa. Inizia con una prima raccolta di poesie “Rime Nuove” pubblicata nel lontano 1981.  In seguito seconda raccolta “Pensieri e Parole” pubblicata insieme a “ Novelle Paesane”, una serie di trentasette racconti popolari, che parlano della vita  contadina di una volta. Con all’attivo, numerosi concorsi letterali, con molteplici premi e citazioni varie. Finalista in tanti premi sia poetici che narrativi, a livello nazionale con pubblicazioni in diverse antologie. Finalista per tre volte, al concorso di Giornalismo e Multimedialità “ Cilento e Vallo di Diano”- Autore di 9 commedie in vernacolo, di cui qualcuna già presentata al pubblico e con tanti scritti giacenti nel solito cassetto, con romanzi iniziati e con una terza raccolta di poesie “ Versi d’Autore”. Tra gli anni ’90 e 2000 ha scritto le seguenti opere  “ Fede e Amore “ un romanzo che parla della lotta perenne tra il bene e il male, in cui il protagonista deve scegliere tra l’amore terreno e quello spirituale della sua vocazione sacerdotale. In un intreccio crescente e vorticoso di sentimenti contrapposti, che si attraggono e si respingono fino alla fine della storia.  Un romanzo letto persino dall’emerito Santo Padre Benedetto XVI e dall’attuale Papa Francesco. Inoltre finalista al prestigioso premio Campiello e in attesa alla Rai per una sua probabile fiction televisiva. Con il mio 5° lavoro pubblicato, dal titolo  “ Antichi Valori Perduti “ che parla della vita contadina di una volta, facendo riferimento ai principali lavori stagionali e alle tematiche di vita rurale, delle nostre passate generazioni. Toccando i vari passaggi che hanno caratterizzato la vita agricola dei nostri territori, soffermandosi sul dialetto, sulle varie misure agrarie, sui soprannomi tipici paesani e sui nomi dei vari attrezzi usati nei vari lavori dei campi. Oggi in attesa di una sua ristampa e con un altro romanzo “ Il Brigante Tittariello” “ Tra realtà e Fantasia”  che parla del fenomeno del brigantaggio nel entroterra salernitano e in particolare di Tittariello nativo di Sant’Arsenio

 

 

5 Commenti

  1. Conosco personalmente Angelo Greco, una persona molto sensibile ed educata. Ho avuto modo di leggere i suoi libri, che sono ben scritti e facilmente leggibili. Sono sicuro che anche quest’ultimo capolavoro sara un libro senz’altro magnifico, da leggersi subito. Un libro IMPORTANTE.

  2. Le poesie di Angelo sono piene di sentimenti e pregna di emozioni che arrivano dritta al cuore del lettore. Congratulazioni per questo ultimo libro.

  3. Complimenti vivissimi al poeta Angelo Greco di Sant’Arsenio(SA) per l’ultimo libro ; ” Brevi Cenni di Letteratura Italiana tra commenti, biografie dei maggiori poeti e scrittori italiani”.
    La forte curiosità del lavoro di Angelo nasce proprio dal titolo dell’opera su quei brevi cenni…Un meritato elogio all’ottimo amico Angelo Greco per aver analizzato anche autori contemporanei importanti come Montale e Moravia che non sempre i programmi di storia della Scuola Italiana trattano adeguatamente. Carissimo Angelo,anche da pensionato, coltiva sempre la tua grande e buona passione per la poesia e la narrativa iniziata nel 1981,come dimostrano i numerosi premi che hai ricevuto, naturalmente fai benissimo a pubblicare i tuoi lavori per lasciare traccia soprattutto nei giovani lettori come “ Antichi Valori Perduti “ che racconti con puntualità la vita contadina di una volta nei nostri territori.

  4. Complimenti vivissimi al poeta Angelo Greco di Sant’Arsenio(SA) per l’ultimo libro : ” Brevi Cenni di Letteratura Italiana tra commenti, biografie dei maggiori poeti e scrittori italiani”.La forte curiosità del lavoro di Angelo nasce proprio dal titolo dell’opera su quei brevi cenni…Un meritato elogio all’ottimo amico Angelo Greco per aver analizzato anche autori contemporanei importanti come Montale e Moravia che non sempre i programmi di storia della Scuola Italiana trattano adeguatamente.
    Carissimo Angelo,
    anche da pensionato, coltiva sempre la tua grande e buona passione per la poesia e la narrativa iniziata nel 1981,come dimostrano i numerosi premi che hai ricevuto, naturalmente fai benissimo a pubblicare i tuoi lavori per lasciare traccia soprattutto nei giovani lettori come “ Antichi Valori Perduti “ che racconti con puntualità la vita contadina di una volta nei nostri territori.

  5. In un paese in cui tutti scrivono versi e nessuno li legge mi auguro si possa ricominciare da testi come questo. Grazie ancora ANGELO GRECO.. …

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.