il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

BACCALA’ALLA SALERNITANA

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Termine di origine portoghese (Bacalao) e di ascendenza fiamminga , si chiama  baccalà il merluzzo conservato per salagione e stoccafisso quello conservato per essiccamento.

Il baccalà è stato importato per la prima volta nel periodo delle Repubbliche Marinare Genova insieme a Venezia erano solite intrattenere scambi commerciali con pescatori e mercanti portoghesi, così ebbero origine gli scambi di merluzzo essiccato o sotto sale.

Il Baccalà preparato alla salernitana e cioè con olive, capperi , datterini , peperoncino , patate , origano e prezzemolo e pane ammollicato , rappresenta il Sud Italia e la sua tradizione culinaria …

Una ricetta che ha l’odore della terra e che esalta il sapore del mare con grande soddisfazione del palato.

E’ un piatto tipico della cucina tradizionale e, ancora oggi, lo si può gustare nella trattoria di un vicolo salernitano, dove un paio di secoli fa le famiglie del posto, in mancanza di frigoriferi per refrigerare , acquistavano la neve (il ghiaccio) . Nel “Vico della Neve “ (così si chiama la trattoria ), viene servito come tanti anni fa , nei tegamini di rame, e ripassato a fine cottura , nel forno a legna. ..

Un Piedirosso del Sannio , rosso rubino e dal profumo resinoso per accompagnare il baccalà o se preferite un rosso intenso e persistente allora un calice di Taurasi sarà il vostro vino.

Il tutto una vera goduria!!

 

Ingredienti:

500 gr. di baccalà mussillo

300 gr. di pomodorini datterini

3 patate grandi

pane ammollicato

capperi

olive nere

prezzemolo fresco

aglio

origano

olio evo

peperoncino(se lo si desidera metterlo)

sale

 

Preparazione:

Lavate e pulite il baccalà, poi tagliatelo in pezzi grandi .

Ora in una teglia sistemate i pezzi di baccalà e cospargteli di origano, prezzemolo e aglio. Versate i pomodorini e come tocco finale aggiungete del pane ammollicato (la mollica di pane dovrà risultare grossolana) per una gratinatura dorata e croccante.

Sistemate la teglia nel forno e lasciate cuocere a 200 gradi per circa 25 mimuti.

Mentre il baccalà cuoce, in un’altra teglia disponete le patate aggiungendo un pizzico di sale , una manciata di origano ed un filo d’olio. Ora mettete in forno a 200°per 40 minuti.

A cottura ultimata, versate nella teglia baccalà le patate e mescolate il tutto

Ripassate per altri 5 minuti nel forno per abbruscare .

Il piatto è servito!!

 

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.