il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

Frecciarossa-Frecciargento-Italo: le menzogne dei”cinque stelle”

Aldo Bianchini

Le due mostruose locomotive di Italo e Frecciarossa

SALERNO – Non c’è niente da fare, in questo Paese abbiamo una classe politica che riesce sempre a mentire pur sapendo di mentire; e nei rari casi in cui si rende conto di aver mentito riesce a reiterare la menzogna con una passione ancora più intensa e  peggiore.

E in questo lugubre luogo comune è caduto pesantemente anche il MoVimento 5 Stelle che sembrava, in embrione, dover spaccare il sistema politico menzoniero ed affaristico.

Niente di tutto questo; appena il Mov ha agguantato il potere, pur sapendo che poteva perderlo in poco tempo, ci ha messo un batter di ciglia per sprofondare nei meandri oscuri della Prima Repubblica, proprio in quei meandri che la base del Mov aveva da sempre combattuto a spada tratta.

 

La notizia, pomposamente annunciata, poi frenata, e adesso di nuovo portata alle stelle, è quella relativa alla “prima fermata del treno Frecciarossa nella stazione di Battipaglia” avvenuta domenica 13 dicembre 2020, proprio nel giorno di Santa Lucia, la protettrice degli occhi e della vista.

E’ vero che per far rinsavire i grillini nostrani oltre a Santa Lucia (protettrice della vista) ci vorrebbero anche San Marco (protettore dell’udito) e San Biagio (protettore della voce), accontentiamoci di Santa Lucia almeno per il momento; insomma per riportare sulla buona strada i penta stellati ci vorrebbero tutti e tre i Santi messi assieme.

I binari dell'alta velocità esistenti soltanto da Afragola verso il Nord; da Afragola in giù esistono soltanto binari normali

Perché dico questo ?, lo dico perché l’alta velocità ferroviaria si ferma ad Afragola (il paese di Bassolino) nella stazione ipertecnologica, lì dove si fermano (e finiscono !!) i binari ad alta velocità, quelli cioè che consentono ai treni FrecciaRossa e Italo di viaggiare a 300 km all’ora ed anche oltre.

Tutto il resto, le fermate di Napoli, Salerno e quant’altro, non ha niente a che fare con l’alta velocità; semmai ha a che fare con l’alta comodità che è ben diversa dall’alta velocità; e la cosa, comunque apprezzabile, non dovrebbe entusiasmare più di tanto tutti quei politici che strombazzano l’alta velocità ben sapendo che per realizzarla da Afragola in giù dovrebbero essere sostituiti tutti i binari e renderli da normali in quelli più alti e robusti, capaci di sopportare le notevoli sollecitazioni dell’alta velocità, quella vera, quella da 300 all’ora ed oltre.

Quindi i treni ad alta velocità tengono la loro media fino ad Agrafola e da Afragola, sulla restante rete viaggiano alla velocità normale consentita dagli impianti dei binari ordinari. PUNTO

La parata di stelle all'inaugurazione della finta alta velocità di Battipaglia

Invece a Battipaglia si sono sprecate le presenze di parlamentari, consiglieri regionali, Castuello – Gaudiano e Cammarano, pronti ad esultare sul nulla:

  • “La fermata dei treni Frecciarossa alla stazione di Battipaglia è un risultato importante, raggiunto grazie alla determinazione e all’impegno del M5S. Siamo orgogliosi di questo traguardo, frutto di un iter politico-istituzionale intenso.  Come Movimento 5 stelle siamo a lavoro per fare di Battipaglia un importante Hub Alta Velocità della rete ferroviaria del nostro Paese: per tali ragioni sono stati richiesti impegni alle Ferrovie affinchè vengano migliorati ed incrementati i servizi ai viaggiatori e di ricovero e manutenzione del materiale rotabile dei treni veloci …”

 

Questa è la politica e questi sono i politici di oggi; mentono sapendo di mentire, e sapendolo mentono ancora meglio.

L’ho già scritto in passato e lo ripeto che ovviamente è necessario ringraziare tutti i precitati politici per l’impegno di aver portato a Battipaglia la fermata dell’alta comodità, ma per carità non parliamo mai di alta velocità.

1 Commento

  1. Per non parlare dei notevoli ritardi che accumulano, qesti decantati, iperveloci treni, da Salerno in giù e da giù a Salerno…

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.