il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

Una iniziativa culturale di grande rilievo: la mostra del pittore barocco di Piano Vetrale ‘’Paolo De Matteis, il Tesoro Ritrovato’’.

Dr. Pietro Cusati

(Giurista – Giornalista)

Paolo De Matteis

Vallo della Lucania (SA), 12 gennaio 2021 – L’arte e la cultura che raccontano il grande pittore  Barocco, originario di Piano Vetrale nel Cilento. Il progetto: ‘’De Matteis – il tesoro ritrovato, un percorso di valorizzazione e promozione culturale  del territorio meridionale, è stato ideato dalla Fondazione ‘’Grande Lucania’’ onlus, presieduta dal Senatore Prof. Avv. Francesco Castiello, in partenariato con la Banca 2021. La mission che la Fondazione si è prefissa è quella di’’restituire’’ le opere del grande Maestro Cilentano al territorio di origine, contribuendo in modo significativo alla diffusione della conoscenza e alla valorizzazione della grande Scuola Napoletana del 600-700 della quale Paolo De Matteis fu uno dei maggiori protagonisti. In tempo di pandemia non è stato facile  allestire una mostra di capolavori autentici di Pittori vissuti tra la fine ‘600 ed inizi ‘700. Il merito  è della  Fondazione Grande Lucania che è riuscita a portare a compimento tale ardua impresa. La Mostra è stata curata con impegno,passione e dedizione dalla Direttrice della Fondazione Dott.ssa Silvia Mirra e dalla Dott.ssa Rosalinda Marcelli.La location,la nuova Sede della  Banca 2021, è diventata per qualche settimana un’autentica e suggestiva pinacoteca. Le musiche del ‘700 ed un’atmosfera di luce soffuse hanno creato un’ambientazione affascinante e magica.I Capolavori del maestro Paolo De Matteis come Apollo e Dafne, Leda ed Il Cigno, Il Riconoscimento del Corpo di Isabella di Portogallo, San Giovanni Battista, Il Matrimonio mistico di Santa Caterina, la Deposizione di Cristo, Rinaldo ed Armida ed Armida fra i Pastori, Il Giudizio di Re Mida, la Vergine Orante, Il Sant’Antonio da Padova in Adorazione del Bambino, la Madonna col Bambino, La Sacra Famiglia e La Vergine in Preghiera sono stati ampiamente rappresentati da Don Gianni Citro che  è un colto conoscitore e critico d’arte.Tale analitica ed esaustiva analisi fa parte del documentario realizzato con il Contributo della Regione Campania e condotto egregiamente dalla collega Carmela Santi .Oltre alle opere di Paolo De Matteis erano presenti altri capolavori come :Il Trionfo della Carità attribuito a Luca Giordano, La Sacra Famiglia di Carlo Maratta, La Madonna in Lacrime e la Vergine Addolorata di  Antonio Sarnelli, Sant’Antonio ed il Bambino di Giovanni Sarnelli, La Madonna con il Messale e Il Riposo durante la Fuga in Egitto di Sebastiano Conca. Per la Mostra virtuale di Vallo della Lucania, l’impareggiabile Lorenzo Caputo ha con cura e dedizione  delicatamente appoggiato sui pannelli, all’uopo predisposti, i preziosi  capolavori. Il documentario è visibile sul sito della Fondazione Grande Lucania.Gli appassionati di arte di Sassano e del Vallo di Diano,grazie al vulcanico Presidente della Pro Loco, Dott. Stefano Antonello Aumenta,  la scorsa estate hanno ammirato alcune di queste opere esposte, per un solo giorno, nel Palazzo Babino,  nel Centro Storico di Sassano (SA). La  mostra è riuscita ad avere oltre 400 visitatori entusiasti ed interessati, segno di grande apprezzamento alla Cultura ed al Bello. Il Dott. Aumenta, ‘’nel porgere gli auguri di un presto ritorno  del Senatore Castiello, dopo un periodo di forzato riposo che, conoscendolo, sarà stato interminabile, al fine di organizzare con la Fondazione Grande Lucania un nuovo e bellissimo evento’’.

 

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.