il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

NELLE LIBRERIE DAL 13 APRILE 2021 IL LIBRO AUTOBIOGRAFICO DI MARISA LAURITO :’’UNA VITA SCAPRICCIATA’’ ,EDIZIONI RIZZOLI. IL PRIMO AMORE IL TEATRO!

 

Dr. Pietro Cusati (giurista-giornalista)

Napoli, 27 marzo 2021. Sarà  nelle librerie  il 13 aprile 2021 il libro autobiografico dell’attrice,cabarettista ,cantante ,conduttrice televisiva, grande cuoca, ora anche  scrittrice Marisa Laurito,napoletana di nascita e romana di adozione,dal titolo :’’UNA VITA SCAPRICCIATA’’, edizioni Rizzoli ,il racconto ironico della sua vita di artista che ad otto anni decise che da grande avrebbe fatto l’attrice. Dotata di un talento naturale, sogna di fare l’attrice e in pochi anni riesce a entrare nella compagnia teatrale di Eduardo De Filippo, debuttando nel 1969 in Le bugie con le gambe lunghe. Dopo queste prime importantissime esperienze, prosegue la sua carriera teatrale a Napoli, approndando ben presto anche in RAI, come conduttrice televisiva. Nel 1989 vinse il Telegatto come personaggio televisivo femminile dell’anno.La Laurito ,un’artista generosa e riconoscente, racconta la sua storia  che ha vissuto ,le sue amicizie,le persone e le occasioni che l’hanno ispirata, accompagnata, aiutata nel suo percorso artistico e umano. La popolare e poliedrica  attrice Napoletana è la prima donna a Napoli  che ricopre il ruolo di Direttrice Artistica del Teatro Trianon Viviani di Forcella, polo di riferimento per la promozione e valorizzazione della musica napoletana, del teatro musicale napoletano e della canzone tradizionale napoletana. Il teatro è dedicato a Raffaele Viviani, il maggiore commediografo partenopeo del Novecento ,scomparso 70 anni fa. ‘’Sono nata a Napoli,sotto il segno dell’ariete, e non sarei voluta nascere in nessun altra parte nel mondo. A Napoli il teatro lo respiri nelle strade da quando sei in fasce. La commedia, l’ironia i tempi comici ti avvolgono come ti avvolge il mare. Forse per questo ad otto anni, decisi che avrei fatto l’attrice. Molti artisti hanno creduto in me e li devo ringraziare: Eduardo De Filippo, grande maestro! Sei anni di lavoro con lui in teatro ed in televisione che hanno segnato tutta la mia carriera. Poi la prima cooperativa teatrale con il grande successo internazionale del Masaniello di Armando Pugliese, con Mariano Rigillo, e poi l’incontro con Roberto De Simone, per la prima commedia musicale “Eden Teatro”. A ventisei anni, una mattina mi svegliò lo squillo del telefono, Luigi De Laurentis mi disse che avevo superato il provino ed ero protagonista accanto a Manfredi e a Tognazzi nel film La Mazzetta di Sergio Corbucci, e così l’avventura cinematografica durata per… 34 film con Montesano, Nanni Loi, Vittorio Sindoni, Pasquale Festa Campanile, Salvatore Nocita, Maurizio Ponzi, Steno, Luciano De Crescenzo ed un opera prima di Calogero Salvo … ed io… primo nome accanto ad Antonio Banderas in “Tierra Nueva” che mi ha regalato un Premio come miglior attrice protagonista straniera al Festival Internazionale di Bogotà. Ninni Pingitore, anima e regista del Bagaglino mi scritturò per un anno, per ricoprire il ruolo di prima donna!Era uno dei teatri più famosi d’Italia, dicevano che portasse fortuna… e così fu anche per me. Tra tanto teatro, iniziò l‘avventura televisiva con Renzo Arbore in programmi che hanno segnato un epoca: “Quelli della notte”, “Marisa la nuit” per la quale ebbi il Telegatto come personaggio femminile dell’anno e la scrittura come primadonna di Fantastico accanto ad Adriano Celentano. Conduttrice di “Domenica in” per la regia di Gianni Boncompagni che mi regalò un secondo Telegatto come personaggio femminile dell’anno ed ancora Fantastico con Pippo Baudo, “Serata d’Onore” di Gino Landi, “Paperissima” di Antonio Ricci, e poi 2 Oscar della pubblicità e 2 Key Awards per Voiello e Slim Fast. Il teatro è da sempre nel cuore di Marisa Laurito ed arrivò il Sistina con il suo nome da protagonista sulla luminosa per l’ indimenticabile  spettacolo“900 Napoletano” di Bruno Garofalo, un successo internazionale durato 10 anni  e poi un altro grande successo con “Menopause The Musical” e con “Show! Tutti insieme abbondantemente” per la regia di Manuela Metri ed il fantastico “Cabaret Burlesque” per il Napoli Teatro Festival. “Aggiungi un posto a tavola” di Garinei e Giovannini ripreso dalla regia di Gino Landi, altro incontro straordinario nella sua carriera insieme a tanti personaggi : Ugo Gregoretti, Tato Russo, Giggi Dall’Aglio, Mauro Gioia, Nicola Piovani, Vincenzo Salemme che ha diretto una commedia scritta ed interpretata da Marisa Laurito : “Pazza d’amore”. a Bruno Garofalo ha diretto il musical “La signora delle mele“. Ed una delle esperienze più elettrizzanti della sua carriera, alla mitica Arena di Verona : “La Vedova Allegra”, nel ruolo di Niegus per la regia di Gino Landi e da ultimo il  debutto: “Sud and South amici per la pelle” concerto spettacolo con Charlie Cannon.Tanta cucina oltre che a casa anche in tv con CasaLaurito, Pasta Love e Fantasia e I Fatti Vostri di Michele Guardì. Nel libro ‘Una vita scapricciata’ ,edizioni Rizzoli, Marisa Laurito si racconta per la prima volta con l’autentica ironia e filosofia  napoletana che la contraddistingue. Per ciascuno  personaggio che ha conosciuto dipinge un ritratto arricchito con preziosi aneddoti degli episodi vissuti con Renzo Arbore,Luciano De Crescenzo solo per citare qualcuno e di tanti altri ancora,, nessuno escluso,  compagni di una  geniale avventura corale che si sviluppò attorno a Renzo Arbore, che “ha spalancato una porticina nel mio cervello” e “mi ha insegnato a lanciarmi nel meraviglioso cielo dell’improvvisazione”.. Un sodalizio importantissimo, come quello con il migliore amico Luciano De Crescenzo, con cui Marisa parla ancora oggi all’ombra del Vesuvio, il vulcano fumante che da millenni insegna ai napoletani a ridimensionare gli affanni, a godere attimo dopo attimo e a rinascere ridendo.

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.