il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

La Corte di Cassazione ha confermato la pena a 15 anni,5 mesi e 20 giorni all’ex fidanzato della showgirl Gessica Notaro ,sfregiata con l’acido, e nessuna attenuante.

 

Dr. Pietro Cusati (giurista-giornalista)

Gessica Notaro

Roma ,21 aprile 2021. La Corte di Cassazione ha negato la concessione delle attenuanti all’ex fidanzato che sfregiò, nella notte del 10 gennaio 2017,  con l’acido la cantante,modella e ballerina Gessica Notaro,Miss Romagna 2007,con la passione per la musica. Nata è cresciuta nel riminese da mamma argentina e padre Calabrese. La sua vita non è stata semplice. La storia di Gessica Notaro è un messaggio di forza e speranza.”Nessuna frustrazione amorosa, per quanto dolorosa” può “contribuire” ad “attenuare la gravità della condotta” di chi procura sfregi permanenti come quelli prodotti dal lancio dell’acido all’ex partner. Specie se le lesioni gravissime sono frutto di un piano ordito con “lucida preordinazione di mezzi e modi e non soggetta a inscriversi in un contesto emotivo sopraffattorio della emotività”.La quinta sezione penale della Corte di Cassazione ha confermato 15 anni, 5 mesi e 20 giorni di reclusione inflitta dalla Corte di appello di Bologna. L’ex fidanzato della showgirl riminese accusato di stalking ,di averla perseguitata e sfregiata con l’acido, Gessica Notaro.  I giudici di secondo grado avevano definito la violenza con l’acido come la “plastica rappresentazione di una meditata, ferma volontà di punire per sempre la vittima, privandola non solo della sua speciale bellezza, ma della sua stessa identità, così da cancellarla agli occhi di chiunque, non potendola ‘possedere’ egli stesso. La Notaro, che adesso si occupa di donne maltrattate: “Mai lasciarsi prendere dai sensi di colpa, mai avere vergogna, né paura, perché quello della violenza è un problema della società intera e di soluzioni, anche quando sembra davvero difficile, ce ne sono”. Ha anche lanciato un appello allo Stato: “Vorrei chiedere di affiancare ai giudici dei professionisti come psicologi o psichiatri, nel caso in cui ci sia una denuncia di stalking con delle indagini preliminari. Chi interroga un uomo maltrattante, deve avere la preparazione tecnica per definire il grado di pericolosità e questo non può avvenire quando il giudice si trova da solo. Non essendo un professionista ha un grande margine di errore’’. Ora la sentenza è divenuta definitiva la Corte di Cassazione ha respinto il ricorso dell’imputato l’ex compagno della giovane showgirl riminese Gessica Notaro. I giudici di secondo grado hanno definito la violenza con l’acido come la “plastica rappresentazione di una meditata, ferma volontà di punire per sempre la vittima, privandola non solo della sua speciale bellezza, ma della sua stessa identità, così da cancellarla agli occhi di chiunque, non potendola ‘possedere’ egli stesso”. Gessica Notaro è stata insignita dal Presidente  della Repubblica Sergio Mattarella del titolo di Cavaliere dell’Ordine al merito della Repubblica italiana: “per il coraggio e la determinazione con cui offre la propria testimonianza di vittima e il suo impegno nell’ambito della sensibilizzazione sul tema del contrasto alle violenze di genere”. “Mi sto battendo per contrastare la violenza non solo di genere ma la violenza in generale. Ha specificato Gessica Notaro, Ci sono meno casi rispetto a quelli che coinvolgono le donne, ma succede anche agli uomini di essere vittime di violenza e non è giusto. Chi compie questi atti, si tratti di donne o uomini, deve pagare”.

 

 

 

 

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.