il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

Con “Meet the Meeting” il 15 maggio il Meeting di Rimini sbarca a Salerno Sabato 15 maggio il primo appuntamento on-line che lancerà la 42ma edizione

 

SALERNO – Per il secondo anno, Salerno sarà una delle 100 città in cui si svolgerà “Meet the Meeting – Verso il Meeting 2021”, il primo appuntamento on-line che lancerà la 42esima edizione del Meeting di Rimini e che ne inaugurerà il cantiere.

Sabato 15 maggio alle ore 18,00 sulla pagina FB del Centro Culturale di Salerno “Cara beltà” avrà luogo un confronto sul tema del Meeting 2021 il cui titolo è “Il coraggio di dire «io»”. Parteciperanno: Mario D’Elia, responsabile banco farmaceutico di Salerno, Antonio Ilardi, imprenditore, Karim Zarrouk, docente di lingua araba. Modera Nicola Formica, del Centro Culturale “Cara beltà”.

A seguire, alle ore 18,30, sarà trasmessa la diretta dell’evento nazionale dalla Fiera di Rimini, che tornerà ad ospitare il Meeting dopo la “pausa” della Special Edition 2020, che si potrà seguire anche online sul sito www.meetingrimini.org e sui canali Facebook e Youtube del Meeting di Rimini.

Meet The Meeting anticiperà i principali temi e contenuti del Meeting 2021, il cui titolo sarà “Il coraggio di dire «io»” con un particolare invito a sostenerne la costruzione: anche quest’anno sarà infatti possibile donare e ricevere in omaggio un’ottima bottiglia di vino del Territorio campano.

Il Meeting per l’amicizia fra i popoli nasce nel 1980 da un gruppo di amici di Rimini, che condividendo l’esperienza cristiana, desideravano incontrare, conoscere e portare nel capoluogo romagnolo tutto quello che di bello e buono c’era nella cultura del tempo. Da allora la manifestazione, che si svolge nella Fiera di Rimini, rappresenta una straordinaria occasione di incontro tra persone di fedi e culture diverse in un contesto che propone convegni, mostre, spettacoli, aree e spazi tematici, sport, un’area per i ragazzi, ristorazione. Sono centinaia i relatori che parlano di economia, arte, letteratura, scienza, politica, problemi sociali, musica. La manifestazione, che, in tempi ordinari, conta centinaia di migliaia di presenze agli eventi, è realizzata grazie all’apporto di migliaia di volontari che organizzano, allestiscono, gestiscono e poi smontano il Meeting: una testimonianza impressionante di creatività e gratuità.

Per informazioni e contatti: Antonio Ilardi, antonioilardi@fintur.it, Mobile n. 335413012.

Il sito web di Meet the Meeting: https://meetthemeeting.org/

Il sito web del Meeting di Rimini: www.meetingrimini.com

 

 

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.