il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

Calcio a 5: Impresa juniores, piegata anche Roma I granatini vanno alle Final Four

 

Doppio Gheorghisor, poi Severino e Giaquinto: il sogno continua

Matteo Maiorano (portavoce Alma)

L’Alma Salerno supera la Roma a domicilio e vola alle Final Four di Montesilvano. La juniores ribalta il pronostico della vigilia ed espugna il Pala Romboli di Colleferro con il punteggio di quattro a tre. I romani, passati in vantaggio dopo 30 secondi grazie a Tommaso Colletta, si trovano sotto dopo i primi venti minuti: provvidenziali i sigilli di Gheorghisor (doppietta) e Severino. Nella seconda frazione a nulla valgono gli arrembaggi del cinque di casa, che paga la distrazione difensiva che porta al gol Giaquinto.

PRIMO TEMPO – De Riggi rilancia dal primo minuto Melillo, mentre tra i pali confermata la presenza di Guariglia che completa il reparto al fianco di Malamisura, Gheorghisor e Giaquinto. La gara parte in salita per i granata: dopo appena trenta secondi dal fischio d’inizio Tommaso Colletta sfrutta un calcio di punizione (fischiato per fallo di Giaquinto) per indirizzare la sfera nell’angolino e mandare avanti i suoi. L’Alma mantiene i nervi saldi e al 13’ pareggia i conti: Galluccio guadagna fallo dal limite e incarica della battura il solito Gheorghisor che di potenza buca la rete. I granatini avrebbero l’occasione per portarsi avanti con Melillo che, servito da uno scatenato Galluccio, viene però ostacolato al momento della conclusione. È ancora un calcio da fermo a spezzare gli equilibri. Gheorghisor ha il piede caldo e Dariel, sul punto di battuta, non ci pensa due volte a servirlo: il romeno si fa spazio tra le maglie avversarie e con un destro micidiale fulmina Caique Rodriguez. Al 13’ l’Alma cala il tris: Giaquinto vede con la coda dell’occhio l’accorrente Severino convergere dalla destra e lo serve in corsa; il sudamericano conclude a rete con un diagonale imprendibile per il pipelet di casa. Severino si rende ancora protagonista qualche istante più tardi, salvando sulla linea una conclusione del 7 locale.

SECONDO TEMPO – Il team romano alza il baricentro e porta in  avanti anche il portiere di movimento per ribaltare il parziale. Al 2’ è ancora Colletta, servito da Raimondi, a guidare l’assalto degli uomini di casa: il 17 lascia partire un destro micidiale dalla distanza che beffa Guariglia e riaccende le speranze capitoline. La difesa dell’Alma è però granitica e alla prima occasione utile manda in contropiede Giaquinto: l’ex di turno, al 7’, riceve palla dalla retroguardia e lascia passare la sfera sotto le gambe del portiere per il quattro a due. Negli ultimi 10’ di gara Colletta instaura la sfida personale con Guariglia che gli respinge un’elevata mole di conclusioni. A riportare in partita la Roma ci pensa Ficara che con grande personalità guida l’arrembaggio giallorosso: il numero 21 conclude dalla distanza e spiazza l’incolpevole Guariglia. Sarà l’ultima rete della partita, perché il muro granata è invalicabile e regge il ritorno capitolino. Il sogno scudetto è ora più vivo che mai.

 

 

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.