il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

Elezioni 2021: entra in scena Licia Claps

 

Aldo Bianchini

Avv. Licia Claps - candidata al consiglio comunale di Salerno con il Partito Socialista Italiano (PSI)

SALERNO – Seppure nativa di Muro Lucano (mio paese di origine) e figlia di un mio caro amico (nonché compagno di scuola) nel presentare il personaggio Licia Claps non sono stato condizionato da alcun ricordo della mia fanciullezza vissuta spensieratamente anche con Vito (papà di Licia); sta di fatto che a Salerno non ho mai incontrato fino ad ora la bella e giovane Licia (ormai cittadina salernitana a tutti gli effetti in forza dei lunghissimi anni vissuti nella nostra città), ma questo non mi impedisce di tracciare un profilo assolutamente positivo della giovane avvocatessa che in un recente passato è balzata alla cronaca politico-giudiziaria di Salerno per le sue veementi battaglie a difesa dell’ambientalismo puro, quello che può essere portato avanti soltanto se si è dotati di un senso civico fuori dal comune.

Ed è certamente questa maturata lontananza rispetto ai luoghi comuni ed agli stereotipati concetti della protezione dell’ambiente che l’ha portata oggi ad una decisione importante per la sua vita pubblica futura; Licia vuole impegnarsi, vuole dare il suo contributo alla città ed alla comunità in cui vive e lavora; non bastano più le chiacchiere e neppure le contrapposizioni frontali con gli svariati ed inutili chiacchierifici delle istituzioni locali, bisogna agire.

Licia Claps, dopo alcuni anni di attenta osservazione dei fatti e dei misfatti di Salerno e della sua provincia ma anche di interesse nazionale ed internazionale, ha capito che l’impegno (piccolo, medio o grande che sia) deve farsi largo dall’interno del sistema per tentare almeno di migliorarlo se non proprio scardinarlo. In qualsiasi altro modo tutte le battaglie, soprattutto quelle ambientaliste, sono destinate a cozzare contro un muro di gomma.

Ecco perché la decisione di entrare sulla scena delle prossime consultazioni elettorali amministrative di Salerno del prossimo autunno è arrivata anche con un certo anticipo rispetto all’appuntamento elettorale; oggi Licia si sente più forte, più convinta, più preparata e più matura dopo le piccole ma comunque cocenti delusioni di cinque anni fa quando tentò di entrare in gioco, forse dalla porta sbagliata, senza capire anticipatamente le vergognose trappole della politica.

Licia Claps, non è un numero o un nome da inserire in una lista qualsiasi per concorrere a riempire il canestro dei voti; Licia Claps è innanzitutto una donna ed anche una serissima e valida professionista che ha dato ampia prova di se e della sua correttissima trasparenza; tutte doti a corredo di una lunga e sana crescita all’ombra della professionalità e della cultura dei suoi genitori e dell’ambiente illuminato e rassicurante in cui è vissuta.

Essere lucani non vuol dire semplicemente essere leali e trasparenti, essere lucani vuole soprattutto dire di saper discernere tra il bene e il male fino al punto di amare il bene combattendo decisamente il male; queste peculiarità Licia Claps le ha assimilate dal più profondo del suo essere lucana schietta e risoluta, donna di classe e capace professionista.

Da qui la scelta meditata, cercata e voluta di entrare nella lista del Partito Socialista Italiano che proprio qui a Salerno ha toccato l’apice storico della sua rappresentatività con il giovane avvocato Enzo Maraio nel ruolo di “segretario nazionale del partito” dopo che lo stesso partito nei primi anni’90 aveva toccato l’apice di consensi elettorali con quello storico 33% che fece di Salerno la nave scuola dell’intero Paese.

Entrare in un raggruppamento politico palesemente schierato in favore del sindaco uscente Enzo Napoli non vuol dire essersi schierato con il “sistema di potere politico deluchiano” ed aver buttato alle ortiche tutti gli ideali per i quali si è vissuto e si è combattuto; schierarsi con il Partito Socialista per Licia significa, più semplicemente, entrare nel sistema per contribuire dall’interno alla correzione dei suoi punti a rischio. I definitiva gli ideali socialisti, quelli più puri, erano e sono basati sulla trasparenza e sulla legalità ma anche sulla capacità dei suoi dirigenti di ragionare e dialogare con tutti gli altri nell’ottica di una revisione ragionata del passato e di un “riformismo puro” per il futuro.

E sono proprio questi, credo e spero, gli elementi fondanti che hanno spinto Licia Claps verso uno dei più nobili partiti politici del passato; ed è con questo animo che la candidata si rivolge a tutti i suoi potenziali elettori:

Gentile elettore, gentile elettrice, ti scrivo per informarti che mi candido alle elezioni comunali a Salerno che si terranno nel prossimo autunno con la lista del Partito Socialista Italiano (PSI). Tale decisione è stata da me attentamente ponderata, dopo essere stata costretta a constatare per l’ennesima volta le scelte fallimentari di un’opposizione disunita e patologicamente avviluppata in un atteggiamento masochistico, ma al contempo autocelebrativo. Per tale motivo ho preferito appoggiare invece un partito di dimensione ancora ridotta, ma che sta riconquistando progressivamente spazio e soprattutto autonomia nel panorama cittadino, seguendo una politica di responsabilità, la quale, invece di accontentarsi della mera critica -certamente legittima ed anzi addirittura necessaria in alcune circostanze- all’attuale amministrazione, intende farsi portatrice di proposte di cambiamento vero dall’interno che ruotano intorno all’attenzione per i giovani, allo sviluppo di una comunità fondata sul senso di solidarietà, al rilancio dell’economia locale in senso eco-sostenibile e diretta finalmente al potenziamento del turismo, anche attraverso il ripensamento della gestione urbanistica del territorio -finora certamente deficitaria- ed il recupero del patrimonio edilizio esistente. Spero pertanto con tutto il cuore che tu possa sostenermi con il voto tuo e magari dirlo a qualche persona a te vicina, se liberi da impegni elettorali. Ti ringrazio in anticipo, pregandoti al contempo di sentirti liberissimo di informarmi che non potrai farlo perché già impegnato con altri candidati o perché non d’accordo sul mio suggerimento di voto. Una tua risposta sincera, pur se negativa, sarà sicuramente da me apprezzata molto più che una formale risposta positiva di mera cortesia. Purtroppo ho necessità di contare

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.