il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

Elezioni 2021: Massimo Ronca … riconosciuto dal sindaco

 

Maddalena Mascolo

Da sinistra: Antonella Luongo, Massimo Ronca, Enzo Napoli e Massimiliano Natella

SALERNO (Brignano) – Sembrava una piazza come tante altre in questa lunga ed asfissiante campagna elettorale per le elezioni amministrative del 3 e 4 ottobre prossimi.

La piazzetta ben allestita sembrava dovesse rimanere quasi deserta, come spesso accade di questi tempi; è stato sufficiente, invece, il passa parola dell’imminente arrivo del sindaco Enzo Napoli per riempirla (la piazzetta !!) in ogni ordine di posti. Come d’incanto la frazione alta di Brignano (oggi non c’è più distinzione tra Brigano inferiore e superiore, come ha suggerito Massimiliano Natella – consigliere uscente PSI) si è animata ed in tanti sono scesi nella piazzetta per ascoltare non solo il sindaco ma anche il suo candidato naturale: Massimo Ronca con la lista del PSI.

Per certi versi Ronca rappresenta a tutto tondo quel quartiere di Salerno che si erge quasi come un belvedere su tutta la città e che possiede risorse naturali da far invidia a tutti. Questo è soltanto uno degli aspetti da cui partire -ha detto Ronca- per riportare al centro dell’attenzione politico-amministrativa le tante problematiche che ancora attanagliano l’intera località.

Presente all’incontro anche il consigliere comunale uscente Massimiliano Natella che ha sostenuto l’azione del suo candidato Ronca, ed anche la parte femminile del “discorso Brignano” rappresentato dalla prof.ssa Antonella Luongo alla sua prima esperienza in una competizione elettorale difficile come quella in corso.

La piazzetta di brignano che ha ospitato l'incontro elettorale di Ronca e Luongo

Ha chiuso l’incontro il sindaco Enzo Napoli che, in breve, ha rifatto i conto della sua già lunga amministrazione in carica dal 3 febbraio 2015 e in predicato a rimanere in sella per i prossimi cinque anni. Il sindaco ha riparlato del ripascimento delle spiagge, dell’apertura di Piazza della Libertà (senza scendere in polemiche sterili ed inutili), della ristrutturazione dello stadio Vestuti (storia presente di un’intera città con tutte le sue generazioni di sportivi almeno fin dagli anni ’30 del secolo scorso), dell’impegno per l’ammodernamento delle strutture scolastiche e sportive, del prolungamento della tangenziale e del trincerone ferroviario, dell’ampliamento dell’aeroporto, del completamento di Porta Ovest, del rifacimento di strutture portuali turistiche e commerciali, della necessaria maggiore coesione tra la città e il turismo crocieristico, degli interventi sul sottoporto turistico Masuccio Salernitano, così come la cura di tutte le frazioni alte che compongono una sorta di cielo stellato intorno ad una “Salerno da bere”.

Ci vorrà, ha detto il sindaco, un impegno di lavoro quotidiano e per questo si avverte la necessità di avere a fianco uomini e donne capaci e positive, come lo sono Massimo Ronca e la stessa partner elettorale Antonella Luongo.

 

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.