il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

Elezioni 2021: Oreste Agosto … verso quale traguardo ?

 

Alo Bianchini

avv. Oreste Agosto, candidato sindaco di Salerno

SALERNO – Quanto tempo è passato da quella tumultuosa “notte dei lunghi coltelli” dell’aprile 2016 in seno al Mov 5 Stelle; sicuramente è passato molto tempo da quando il terzetto dei parlamentari salernitani (Angelo Tofalo, Nicola Provenza e Andrea Cioffi) decise monocraticamente di far fuori definitivamente dal movimento colui che dava più fastidio di tutti: Oreste Agosto, avvocato, noto a Salerno per la sua tenace opposizione al sistema di potere politico deluchiano. Eppure in quel momento la candidatura a sindaco di Oreste Agosto non era una pretenziosa e immotivata aspirazione, piuttosto scaturiva da una lunga storia dello stesso avvocato amministrativista che, con le sue azioni giuridico-giudiziarie, era riuscito addirittura a scalzare Vincenzo De Luca dalla poltrona di sindaco con quella famigerata sentenza di primo grado del 2 febbraio 2015, una sentenza che poi ebbe anche un riverbero oscuro nel luglio del 2015 quando, un mese dopo la vittoria di De Luca alle regionali, la sua nomina fu messa in seria discussione con tutte quelle strane ed ancora oscure manovre di palazzi (amministrativi e giudiziari) per la vicenda della magistrata napoletana chiamata a sentenziare sulla sussistenza o meno dell’impedimento, ex legge Severino, dell’allora neo governatore a sedere sulla poltrona di Palazzo Santa Lucia.

Quella della notte dei lunghi coltelli fu la prima di una lunga serie di madornali errori, commessi tutti per conservare le rispettive poltrone, che portarono all’assenza del Movimento dalle elezioni 2016 e che, nonostante lo straordinario successo del 2018, sono continuati imperterritamente fino ai nostri giorni.

Ed hanno, quegli errori, diviso in tre parti un Movimento che a Salerno più che in altre parti fece breccia perché trovò terreno fertile nell’immaginario collettivo stanco di quella striscia di potere che va avanti dal 1993 senza interruzione.

 

 

Allo stato la parte conservatrice del Movimento (i tre parlamentari) si è rifugiata nelle varie liste a sostegno di Elisabetta Barone, l’ala fedele ai principi fondanti si esprime con le due liste a sostegno di Simona Libera Scocozza e l’ala oltranzista si ritrova nella lista “La città dei semplici” con candidato sindaco Oreste Agosto che ancora oggi è per davvero l’unico fiero oppositore del governatore Vincenzo De Luca e della sua politica.

La foto, che è stata pubblicata nel febbraio 2016 dal quotidiano "La Città", ritrae una scazzottata simbolica tra Nicola Provenza e Oreste Agosto. Quella era una espressione di grande amicizia, mai a pensare che qualche mese dopo (nell'aprile 2016) Provenza fu uno dei protagonisti della notte dei lunghi coltelli in danno di Agosto che venne cacciato dal Movimento 5 Stelle di Salerno

 

 

 

E badate bene e tenete sempre presente che Oreste Agosto è il primo ed unico oppositore-politico ad aver pagato di tasca propria sia i ricorsi che le sconfitte facendo leva su uno sparuto gruppo di amici; un vero moderno stacanovista che crede nelle sue idee e cerca di affermarle portandole avanti sempre e comunque.

Continua ancora in questi giorni a mantenere in piedi i processi sul Fusandola e sul Crescent; lui ci crede e va avanti; ora è sostenuto anche dall’altro ex grillino nazionale Luigi Paragone.

Manca una settimana al responso delle urne; le chiacchiere da campagna elettorale da oggi non valgono più; bisogna andare sui fatti e sulle proposte serie e si hanno elementi di contrasto contro il potere costituito bisogna tirarli fuori, adesso o mai più.

Siamo aperti a tutti per una città dei semplici” va dicendo in giro Oreste Agosto, un’affermazione molto forte e seria che è tenuto a riempire rapidamente di contenuti. Lui, Agosto, ci crede ancora nei principi fondanti il Movimento ed anche se è costretto a candidarsi con una lista civica, saprà sicuramente in questi ultimi giorni sparare le sue ultime e letali cartucce in questa battaglia all’ultimo voto che la città, non soltanto quella dei semplici, sta vivendo.

 

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.