il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

Salerno in CORTOcircuito 2021: tra diritti umani, quarantena e omaggi

Nella serata di Venerdì 10 Dicembre, nonostante il maltempo, in molti hanno riempito la sala del Teatro Santa Margherita, nel Rione De Gasperi, per la seconda serata di proiezioni della XII Edizione del «Salerno in CORTOcircuito», kermesse organizzata dal 2010 dall’Associazione “Rete dei Giovani per Salerno”, che in questa edizione si è avvalsa della collaborazione di altre realtà associative come la “Pro Loco Città Visibile Salerno”, “Pro Loco Colline di Giovi”, “Pro Loco Ogliara”, “Ecstra APS” e “Impronte Poetiche” e dell’officina artistica “Vitruvio Entertainment”.
Tra i lavori che hanno suscitato interesse tra i giurati e il pubblico presente spiccano “Ugo Marano – Ego sum liber”, documentario di Licio Esposito, un omaggio all’artista scomparso nel 2011, il cortometraggio “Diari di quarantena” di Alessandro Fiorillo, un lavoro che ha visto la partecipazione degli studenti del Liceo “Antonio Genoino” di Cava de’ Tirreni e “Una vita granata”, docufilm di Rocco Papa, dedicato a Bruno Somma, dirigente storico della Salernitana, scomparso nel 1971.
Un altro lavoro che ha creato curiosità è il videoclip fuori concorso “Una canzone per Tonino” della Compagnia Daltrocanto, diretto da Paolo Battista; questi ha voluto ricordare la figura del sindacalista Antonio Esposito Ferraioli, ucciso dalla camorra a Pagani nell’Agosto del 1978, e ha omaggiato contemporaneamente anche la figura di Chiara Pepe, truccatrice salernitana cine-teatrale e di fiction di successo come “Mina Settembre” e “L’Amica Geniale”, scomparsa tragicamente a soli 32 anni.

Dott. Vincenzo Mele

 

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.