il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

MURO LUCANO: all’ UNITRE arriva Piera Carlomagno … scrittrice o giornalista !!

 

Aldo Bianchini

Dott.ssa Piera Carlomagno (scrittrice - giornalista)

SALERNO – Per i giornalisti in genere non si scrive, sono i giornalisti che scrivono sugli altri. Per Piera Carlomagno l’eccezione non fa altro che confermare la regola.

Mi accingo a scrivere qualcosina sulla notissima giornalista salernitana, Piera Carlomagno, non tanto e non solo perché sabato 12 febbraio 2022 andrà nel mio paese di nascita (Muro Lucano) per presentare il suo ultimo lavoro “Nero Lucano” presso l’università della terza età “UNITRE” presieduta dall’ottimo Cosimo Ponte, ed infine non tanto e non solo perché storicamente è stata l’unica giornalista salernitana ad aver scritto su “Il Mattino” una bella recensione giornalistica su un mio libro; mi accingo a scrivere di Piera Carlomagno innanzitutto perché è una persona perbene e una donna dotata naturalmente di una certa classe che umilmente si sposa alla perfezione con la sua enorme e riconosciuta professionalità, anche in campo nazionale.

Ma chi è Piera Carlomagno ?

Piera è giornalista – scrittrice e direttrice artistica del Salernoir Festival (una manifestazione che praticamente ha letteralmente inventato lei). Difficile elencare tutte le cose stupende che ha realizzato fin qui; giornalista professionista, scrive su Il Mattino di Napoli. Con CentoAutori ha pubblicato i gialli “Le notti della macumba” (2012), finalista al Premio Tedeschi 2011 e “L’anello debole” (2014) Premio Garfagnana in Giallo sezione ebook IV edizione e Premio Speciale Giuria Proviero Città di Trenta VII edizione. Nel 2013 ha vinto il Terzo Premio Carlo Levi della Fondazione Giorgio Amendola di Torino con il racconto “L’elettore”. Altri racconti sono presenti in antologie. E’ presidente dell’associazione noir “Porto delle nebbie”. E’ laureata in Lingua e letteratura cinese e ha tradotto un’opera teatrale del Premio Nobel Gao Xingjian. Punto.

Nero Lucano”, l’ultima opera in ordine di tempo rappresenta, a mio sindacabile giudizio, il traguardo finale della vena letteraria dell’autrice che, da sempre, per meglio distinguersi in un panorama abbastanza grigio gremito da tanti scrittori, ha preferito mettere insieme (in una sorta di composito puzzle) la professione di giornalista con quella di scrittrice che è (sempre a mio avviso) la sua vera passione e per la quale ha dovuto lottare gomito a gomito con alcuni tra i migliori giallisti italiani. Per dirla proprio tutta, la Carlomagno nella letteratura noir ha trovato la giusta esaltazione delle sue enormi capacità narrative frammiste ad un innato senso investigativo. Un impegno professionale, il suo, da vera giornalista-investigativa che non ha trovato il giusto e meritato spazio sulle pagine del suo giornale anche perché il cosiddetto giornalismo salernitano d’inchiesta è appiattito molto sulle veline e troppo poco sulla capacità personale di analizzare i fatti giudiziari e di cronaca nera. Insomma si tende sempre più ad accontentare il padrone che cercare di contribuire alla scoperta della verità.

In “Nero Lucano” (ed. Solferino) Piera Carlomagno esalta tutte queste sue qualità e nel raccontare la torbida vicenda dell’assassinio di un ingegnere materano riesce a miscelare sapientemente non solo i profili di un giallo ma anche tutte quelle caratteristiche che fanno di un semplice giallo un romanzo completo e complesso che si dipana tra professione, amore, tradimento e chissà cos’altro.

 

 

La UNITRE (Università della terza età) di Muro Lucano non poteva scegliere di meglio che la Carlomagno per questa tappa culturale del 12 febbraio; una tappa che può rappresentare davvero il segno della ripresa post pandemia, ma anche quella comunione esistente tra Muro Lucano e Salerno e tra la Basilicata e la città di Salerno che non a caso ha avuto un sindaco lucano di Ruvo del Monte.

Una comunione che lo storico Muro Lucano non ha mai smesso di tenere ben viva.

Il salone delle feste della Società di Mutuo Soccorso (dove ha sede l’UNITRE) accoglierà la brillante e capace scrittrice-giornalista con i saluti di Milena Nigro (Vice Presidente Unitre) e Giovanni Setaro (sindaco di Muro Lucano); appuntamento per tutti dalle ore 17.30 in poi di sabato 12 febbraio 2022.

 

 

 

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.