il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

Presentato il documentario teaser “’A Chiana – Appunti per un film”. Così Banca Campania Centro, Fondazione Cassa Rurale Battipaglia e Linea D’Ombra raccontano la Piana del Sele

da Uff. Stampa

 

Catarozzo  e Salvati: “Atto d’amore verso il territorio”
Si è tenuta nella giornata conclusiva del Linea d’Ombra Festival presso la Sala Pasolini di Salerno, la proiezione del documentario teaser “’A Chiana” realizzato nell’ambito di “’A Chiana – Appunti per un film”, un progetto speciale di Linea D’Ombra promosso da Banca Campania Centro e da Fondazione Cassa Rurale Battipaglia.
Dopo un percorso di formazione cinematografica outdoor, sotto la supervisione del regista Andrea D’Ambrosio e con il montaggio e le riprese di Giuseppe Novellino, giovani del territorio hanno avuto l’opportunità di riscoprire la storia e i luoghi della Piana del Sele, così ricca di risorse e potenzialità.
Dall’operazione Avalanche, all’archeologia di Zanotti Bianco, alle lotte contadine del ‘49 e la rivolta di Battipaglia del 1969, in mezz’ora il racconto del passato getta le basi per un presente di consapevolezza e speranza arricchito da immagini di archivio e da racconti di testimoni, tra cui quello di Camillo Catarozzo, Presidente di Banca Campania Centro.
“A Salerno – ha affermato lo stesso Catarozzo – c’è un grande fermento culturale che deve essere sempre coltivato. Il progetto ‘A Chiana ha riportato alla memoria la ricchezza della Piana del Sele, con tutte le sue lotte e i sacrifici ma anche le soddisfazioni e le vittorie. Basti pensare che oggi, questo territorio, è uno dei punti di forza dell’economia campana. Siamo sempre stati terra di conquiste, questa volta dobbiamo essere conquistatori. Questo documentario teaser è solo l’inizio di un progetto molto più ampio che vuole dar vita ad un film documentario completo che dia voce alle nostre ricchezze ed esportare il senso di tenacia che ci caratterizza.”
“’A Chiana – ha sottolineato Fausto Salvati, Direttore Generale di Banca Campania Centro – è un vero e proprio atto di amore nei confronti della Piana de Sele che mira a valorizzarla e a far conoscere la sua storia alle nuove generazioni. In quanto Banca di Cooperazione attenta alle esigenze del territorio, miriamo ad una sinergia con tutte le realtà, associazioni e istituzioni locali al fine di promuovere uno sviluppo economico comune.”
“Questo progetto nasce per far emergere i valori identitari della Piana del Sele nella sua interezza – ha affermato Federico Del Grosso, Presidente della Fondazione Cassa Rurale Battipaglia – Il cinema rappresenta uno strumento fondamentale per parlare alle nuove generazioni e cristallizzare i momenti più significativi della storia di un territorio ma anche per enfatizzarne le tipicità e il carattere unitario”.
“Con questa iniziativa si rafforza l’identità, attribuendo valore alla Piana del Sele e alle sue caratteristiche peculiari. Inoltre, si valorizza il capitale umano, perché abbiamo formato giovani talenti, avviandoli al cinema” ha dichiarato Roberto Manzo, consigliere della Fondazione delegato al progetto.
Non è mancato un momento di networking durante il quale tutti i presenti hanno potuto confrontarsi e condividere i propri ricordi e le proprie impressioni.
“Le nuove generazioni, grazie al progetto ‘A Chiana – ha raccontato Giuseppe D’Antonio, direttore artistico di Linea d’Ombra Festival – hanno avuto l’opportunità di scoprire la propria terra attraverso un nuovo sguardo. È stato emozionante vedere come questo progetto abbia generato un senso di appartenenza e consapevolezza del territorio.”
Presenti alla proiezione le BCC del territorio Francesco Vildacci, Direttore della Federazione Banche di Comunità Campania Calabria, Cecilia Francese, Sindaca di Battipaglia, Maria Catarozzo, Vice Sindaca di Battipaglia, Ermanno Guerra, Assessore alla Cultura del Comune di Salerno e Franco Alfieri, Presidente della Provincia di Salerno, numerosi imprenditori, dirigenti scolastici e giornalisti.

“La Piana del Sele – ha rimarcato Alfieri – è una terra che, negli anni, ha dimostrato di avere grandi capacità e ha raggiunto una certa importanza a livello produttivo ed economico. Oggi, grazie al Masterplan e alla forte sintonia che percepisco tra le diverse amministrazioni comunali riusciremo a fare ancora di più.”

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.