il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

CLINICA NAPOLETANA CONDANNATA A UN RISARCIMENTO DI 210.000,00 EURO PER I DANNI DA MALASANITÀ

 

da Nicola Arpaia (giornalista)

 

Studio Legale Associati Maior

L’operazione di rimozione di calcoli renali si trasforma in un dramma per un paziente del napoletano, con conseguenze irreversibili. Lo studio legale e medico legale Associati Maior ottiene un importante risarcimento per la vittima.

NAPOLI. Lo Studio Associati Maior ha ottenuto un risarcimento di 210.000,00 euro a favore di un paziente vittima di malasanità. L’intervento di rimozione di calcoli renali, inizialmente considerato di routine, si è trasformato in un incubo, causando la perdita funzionale e anatomica di un rene. Il paziente, assistito dallo studio Associati Maior, si sottopose all’operazione presso una clinica privata nella zona napoletana. Dopo un breve ricovero e dimissioni, il paziente lamentava dolori fortissimi, tali da costringerlo a un nuovo accesso in ospedale. Qui, i medici scoprirono un irreparabile danno renale. Nonostante i tentativi di ripristinare la funzionalità, il rene subì un infarto, rendendo necessaria la sua rimozione. L’analisi delle cartelle cliniche ha rivelato una grave negligenza nella gestione operatoria, causando l’infarto renale e la successiva nefrectomia. Grazie al tempestivo ricorso agli esperti di Associati Maior, il paziente ha ottenuto un risarcimento significativo per il danno subito. Lo studio legale e medico legale Associati Maior, composto dagli Avvocati Michele Francesco Sorrentino, Pierlorenzo Catalano e Filippo Castaldo, insieme al medico-legale Dott. Marcello Lorello (coadiuvati in questo caso da uno specialista in nefrologia) continua a difendere le vittime di malasanità, garantendo loro giustizia e compensazione.

 

 

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.