il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

Olevano: festa della birra

Fiumi di birra bavarese, prodotti tipici e tradizione. Cinque giorni di divertimento con musica popolare, balli celtici e cabaret. Ospiti d’eccezione Almamegretta, E-Zezi e comici da Made in Sud e Colorado.

La Festa della Birra “Augiocla” giunge, quest’anno, alla sua VII Edizione e propone un programma ricco di eventi, da lunedì 8 a venerdì 12 agosto 2011, nella tradizionale location di Olevano Sul Tusciano (SA). La Festa si svolge ogni anno ad Olevano Sul Tusciano, a partire dal 2005, e rappresenta un irresistibile richiamo per gli appassionati della buona birra ed, in particolare, dei Prodotti Bavaresi. Il marchio scelto per far degustare fiumi di birra è il bavarese Löwenbräu, riconoscibile facilmente per il suo simbolo che rappresenta il re degli animali (Löwe, in tedesco, significa leone). Non mancheranno, inoltre, i classici panini con wurstel e crauti, hamburger, salsicce e patatine e, per finire, il chili messicano. L’area della festa è stata allestita all’interno del campo sportivo, della frazione Ariano, dove i visitatori troveranno numerosi stands enogastronomici e di oggettistica. E’ stata predisposta dagli organizzatori un’ampia area parcheggio, a pochi chilometri di distanza, con servizio navetta continuo, con bus, furgoni e pickup, che renderà oltremodo agevole la partecipazione alle serate. Ricco e variegato il cartellone messo su dagli organizzatori della kermesse enogastronomica. Tanta birra di qualità, ovviamente, ma anche ottime pietanze da gustare e animazione, spettacoli, buona musica e tanto, ma proprio tanto divertimento offerto alla modica cifra (popolare anche questa) di € 2,50 quale costo del solo ticket d’ingresso che, inoltre, darà diritto a partecipare all’estrazione di un premio di notevole valore, uno scooter Piaggio Beverly. La sera di lunedì 8 agosto si parte subito alla grande con l’inaugurazione aperta da un corteo che condurrà i partecipanti dalla piazza al campo sportivo di Ariano, lungo un sentiero molto suggestivo ai margini del fiume Tusciano.  La serata si svolgerà tra tradizione e modernità, sfileranno, infatti, un gruppo folkloristico locale di tradizioni popolari olevanesi, seguito da un nutrito stuolo di motociclisti del moto club Bikers Salerno City che faranno sentire il rombo dei loro bolidi a due ruote.  Il corteo si fermerà all’interno dell’area della Festa della Birra, nel dove da una bottiglia di birra alta tre metri, uscirà una gradita sorpresa, una splendida bionda che darà il via ufficialmente alla kermesse. In serata divertimento assicurato con lo spettacolo di cabaret con i comici Ivan e Cristiano da Made in Sud ed Enzo e Sal da Colorado. La sera seguente, martedì 9 agosto, continua il connubio tra birra e tradizione popolare con l’esibizione dei Cilento Tarant, musica popolare del Cilento e del Sud Italia. Mercoledì 10 agosto si terrà il concerto degli Almamegretta, conosciuti come l’anima migrante del dub. Gruppo di grande richiamo, soprattutto per i giovani, ed una delle band italiane più interessanti dell’ultimo decennio. Non poteva mancare, in una manifestazione popolare incentrata sulla birra, la musica irlandese e le ballate celtiche che saranno magistralmente eseguite, la sera di mercoledì 11 agosto, dal gruppo dei Deep Green Light che uniscono  l’amore per la musica al fascino di una terra straniera dalle tradizioni antiche e dai colori indimenticabili come è l’Irlanda, proponendo al pubblico italiano le melodie di quella terra. Gli E-Zezi, Gruppo Operaio … di Pomigliano d’Arco, terranno banco durante la serata finale di giovedì 12 agosto, chiudendo alla grande la kermesse caratterizzata come festa popolare grazie ad una musica sostenuta da uno spirito autentico, intenso, sincero. E con tanta voglia di divertirsi e di trasmettere, attraverso la musica, contenuti importanti. Ad Olevano Sul Tusciano, quindi, si celebrerà questa bevanda popolare che, partendo dalle materie prime tradizionali: acqua, orzo, luppolo e lievito, attraverso diversi metodi, viene prodotta in una varietà quasi infinita di birre. A seconda dei tempi e dei Paesi la birra ha modificato la sua natura, senza però mai tradirla, adeguandosi ai gusti, alla cultura, alla disponibilità delle materie prime. La Festa della Birra Augiocla vuole muoversi nella tradizione popolare proprio perché la birra è la bevanda più diffusa sul nostro pianeta e pur essendo una bevanda attualissima vanta origini molto antiche. La sua storia ha oltre cinquemila anni. Birra da sempre presente sulle tavole, quindi, e popolare in ogni ceto sociale, già dall’antichità, dalla Mesopotamia, dove è nato il mestiere del birraio, all’antico Egitto, dove era considerata anche alimento e medicina, passando per la Grecia ed i giochi olimpici, di cui la birra era bevanda ufficiale. Ma anche la civiltà dei Celti, che si erano stanziati principalmente in Gallia, Britannia, e poi nella verde Irlanda, era bagnata di birra fin dai primordi. Ecco perché il collezionismo da sempre accompagna questo mondo così vasto ed affascinante. Oltre alla classica collezione delle bottiglie di birra, infatti, c’è chi raccoglie bicchieri, chi raccoglie sottobicchieri, chi raccoglie i tappi delle bottiglie. C’è perfino chi raccoglie gli apri bottiglia.

 

 

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.