il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

Consorzio Bonifica: polemiche infinite

Antonio Citera

SALA CONSILINA – Votano anche i morti, questa la denuncia del presidente uscente Francesco Alliegro. Dopo la ripetizione  del voto per il rinnovo dei vertici dell’ente svoltasi mercoledi che ha di fatto riconfermato l’esito della prima chiamata con la conferma di Giuseppe Morello a presidente, un’altra tegola si abbatte sul consorzio, secondo Francesco Alliegro, presidente uscente, vi sarebbe un grave vizio di forma sull’elezione dei delegati tenutasi il 30 ottobre . Infatti dichiara Alliegro – uno dei consorziati ha votato con una delega di una persona deceduta 10 giorni prima del voto – delega rilasciata il 10 ottobre quindi prima della morte , ma non utilizzabile al fine del voto in quanto la persona è deceduta alcuni giorni prima della chiamata alle urne, quindi si deve fare chiarezza sulla vicenda, le elezioni per il rinnovo delle cariche elettive del Consorzio di Bonifica Vallo di Diano non sono da considerarsi valide fino a quando non saranno effettuate tutte le verifiche sui voti espressi per delega, mi auguro- conclude Alliegro- che le persone preposte facciano i dovuti controlli, al fine di dare senso di trasparenza alle operazioni nel rispetto della democrazia e della legge.- Non si placano dunque le polemiche che accompagnano il cambio di potere nell’ente del Vallo di Diano, accuse e prese di posizione che indiscutibilmente si ripercuotono sulle spalle dei cittadini, che troppo spesso sono vittima di corse alla poltrona e di inciuci a palazzo che di fatto ledono il buon governo di qualsivoglia ente. La speranza di tutti da tempo ormai è legata alla sensibilità di chi amministra, la situazione economica non permette più passi falsi, sarebbe  il caso di lasciare da parte colori politici e ideali mai vissuti e tutti insieme rimboccarci le maniche per dare finalmente luce ad un Comprensorio che sta tracollando a vista d’occhio. Per onor di cronaca, riportiamo il risultato delle votazioni del rinnovo dei vertici dell’ente ripetute mercoledì 7 dicembre,  già svoltesi 10 giorni prima ed invalidate per mancanza del numero legale di aventi diritto al voto: Presidente Giuseppe Morello, vice Giuseppe Fornino,e Mario Ubaldo Trezza e Giovan Battista Mazza come assessori,a questi vanno aggiunti – Nicola Cestaro, Francesco Alliegro, Cono Morello, Paolo Gallo, Michele Di Brizzi e Giuseppe Potignano ai quali si aggiungono i consiglieri nominati dalla Provincia ossia Michele Galiano, Francesco Bellomo e Michele Di Candia e Francesco Ragni nominato dalla Regione.

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.