il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

REGISTRO TUMORI:TUONA LA PETRONE

 Da uff.stampa on. Petrone

NAPOLI – Un altro  duro colpo alla Sanità  campana ,la storia e’ sempre la stessa: Roma controlla tutti i nostri atti, sostiene il Consigliere Regionale  Anna Petrone  e in nome  del Piano di rientro dal disavanzo sanitario,  puntualmente boccia anche  leggi  di fondamentale importanza per la comunità campana, come il Registro Tumori. Sono troppi 1,5 milioni? Ma quanto costa la salute dei cittadini si chiede il Vice Presidente della Commissione Sanita’ in seno al Consiglio Regionale, così non si può più continuare: se non possiamo fare  nulla andiamocene a casa, come politici facciamo più bella figura. Il debito e’ migliorato? Certo da 773 milioni del 2009 a meno di 250 degli attuali, ma servizi essenziali sono stati tagliati …………. questa non e’ razionalizzazione della Spesa bensi’ taglio indiscriminato! Al collega Michele Schiano dico: finiamola con questa storiella delle precedenti legislature e delle colpe della sinistra perché  ormai fa solo ridere, pensiamo invece adesso come recuperare la legge. Rimbocchiamoci le maniche e al lavoro, senza polemiche inutili, oggi con il dramma rifiuti di nuovo esploso non possiamo in alcun modo rinunciare ad una legge che studia il rapporto inquinamento-tumori. E’ una ricerca-monitoraggio indispensabile per ridurre il tasso di  mortalità. Non perdiamo altro tempo conclude il consigliere  Petrone e lavoriamo da subito sugli articoli contestati dal Consiglio dei Ministri.

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.