il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

“ENRICO QUARANTA, UN PROTAGONISTA 30 ANNI DOPO”

 

 

Da Felice Tierno

 

PADULA – Domenica 14 dicembre 2014, il Circolo Carlo Alberto 1886, in occasione del 30° an-niversario della scomparsa del Senatore ENRICO QUARANTA, organizza un convegno per ricor-dare la figura e la storia del noto politico salernitano, scomparso il 16 marzo 1984. L’evento si svolgerà a Padula, domenica 14 dicembre 2014 con inizio alle ore 16,00 nella sala consiliare, in Piazza Umberto I°, e vedrà la partecipazione di Paolo IMPARATO e Domenico QUA-RANTA -rispettivamente Sindaco di Padula e di S. Pietro al Tanagro-; degli On.li Michela ROSTAN, Luigi COVATTA, Gennaro ACQUAVIVA, Carmelo CONTE e Umberto del BASSO de CARO (Sottosegretario alle Infrastrutture).

L’incontro sarà introdotto dal Presidente del Carlo Alberto, Felice TIERNO, e sarà moderato dal giornalista Giuseppe D’AMICO.

 

²²² 

ENRICO QUARANTA nasce a San Pietro al Tanagro il 2 gennaio 1928 da una modesta famiglia.

Si laurea in Giurisprudenza e inizia a svolgere la professione di avvocato.

Giovanissimo inizia a muovere I primi passi in politica nel Partito Social Democratico Italiano e nel 1953, a soli 25 anni, viene eletto Sindaco del suo paese.

E’ uno dei più giovani, nonchè uno dei pochissimi Sindaci appartenenti alla famiglia socialista espresso dalle comunità della provincia di Salerno.

Nel 1963, viene eletto per la prima volta Deputato nella circoscrizione di Salerno-Avellino-Benevento;  sarà rieletto ancora nelle elezioni del 1968, 1972 e 1976.

Componente di molte Commissioni parlamentari (Giustizia, Finanze, Tesoro, Lavori Pubblici, Previdenza sociale, Istruzione, Belle Arti, Igiene, Affari Costituzionali, Agricoltura e Foreste), è attivo ed operoso ed avanza numerose proposte di legge, alcune delle quali sono divenute Leggi della Repubblica.

Partecipa a numerose missioni economiche per conto del Governo italiano a sostegno della piccola e media industria italiana in Egitto, Jugoslavia, Malesia, Indonesia, Emirati del Golfo Persico, Messico, Tunisia, Sud Africa, Marocco, Stati Uniti, Hong Kong, Pakistan, Thailandia, Singapore.

Nel 1979 è eletto Senatore della Repubblica nel collegio di Sala Consilina-Vallo della Lucania con 23.559 pre-ferenze. Viene nominato Sottosegretario di Stato al Turismo e allo Spettacolo, riscuotendo simpatie e con-sensi da uomini dello spettacolo e della cultura.

Nel 1980 viene eletto Vicepresidente dell’Organizzazione Mondiale del Turismo; nel 1982 viene nominato Sottosegretario al Ministero dei Lavori Pubblici.

Viene riconfermato alle elezioni del 1983 e viene nominato Sottosegretario  al Ministero per gli Interventi Straordinari nel Mezzogiorno.

E’ stato Presidente della Comunità Montana “Vallo di Diano”, dell’Unità Sanitaria di Polla durante la fase di attuazione della riforma sanitaria del 1981.

E’ stato, ancora, Presidente del Centro Sportivo Meridionale di San Rufo e di moltissimi altri enti ed istitu-zioni regionali e nazionali.

E’ morto il 16 marzo 1984, lasciando un ricordo incancellabile del suo operato e del suo concreto e fattivo impegno politico al servizio dell’uomo e degli ideali del Socialismo

In occasione delle esequie, un cronista locale scrisse:

“La sua morte lascia un grande vuoto nella famiglia, negli amici, nei compagni di Partito che, sempre più numerosi con il passar degli anni, lo avevano seguito con fiducia. Il PSI perde il protagonista di tante bat-taglie, il Vallo di Diano perde l’alfiere del proprio riscatto. Vivrà comunque, nel ricordo e nel cuore della sua gente. Sostituirlo non sarà cosa facile”.

 

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.