il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

Sala Consilina. Inerzia Amministrativa: l’accusa dei Grillini

Antonio Citera

SALA C. – Sempre più intenso il lavoro del M5S del Vallo di Diano che puntualmente, seguendo lo stile classico della loro politica “controcorrente”, scova e mette in risalto gli abusi o le presunte dimenticanze di una classe politica spesso birichina. Nel comunicato che segue, si sottolinea come, per inerzia o, semplicemente per “distrazione” o, per una motivazione qualunque, il Comune di Sala Consilina rischia di perdere un cofinanziamento da parte del MIUR di centinaia di migliaia di euro. I soldini erano destinati alla costruzione di una nuova scuola in località Fonti.

<< Il Comune di Sala Consilina – dice il comunicato – rischia di perdere un cofinanziamento di 300 mila euro ottenuto dal MIUR per la realizzazione della nuova sede delle scuole primarie e dell’infanzia in località Fonti, nella frazione di Trinità. Allo stesso tempo il Comune continua, dal lontano 2004, a pagare un canone di locazione di oltre 3500 euro mensili per l’affitto dell’attuale sede delle scuole dell’infanzia, localizzate sempre in località Fonti. Una struttura peraltro sulla cui inadeguatezza sono state numerose e ripetute, nel corso del tempo, le lamentele delle mamme dei piccoli alunni della frazione di Trinità. Il gruppo di attivisti del Movimento 5 Stelle Vallo di Diano, lancia un appello affinché il cofinanziamento concesso dal MIUR non vada perduto per l’immobilismo dell’amministrazione comunale salese. Attraverso la relativa documentazione, abbiamo ricostruito la paradossale vicenda: nel 2013 il Comune di Sala Consilina ottiene dal MIUR un cofinanziamento di 300 mila euro finalizzato alla messa in sicurezza e all’adeguamento igienico-sanitario dell’edificio scolastico denominato “Fonti”, sede delle locali scuole primarie. Il progetto prevede un intervento complessivo di 633.606 euro, dei quali 300 mila cofinanziati dal MIUR ed il resto a carico del Comune di Sala. Il 22 Gennaio 2014, l’allora sindaco Gaetano Ferrari, chiede ed ottiene dal MIUR l’autorizzazione per modificare il progetto, trasformando gli interventi sulla struttura delle scuole primarie esistente in un nuovo progetto per l’edificazione di una nuova struttura, su suolo comunale, nella quale ospitare insieme le scuole primarie e dell’infanzia di Fonti. “Le risorse aggiuntive necessarie –sottolinea l’allora sindaco Ferrari nella missiva indirizzata al MIUR- saranno garantite anche dal risparmio economico determinato dall’eliminazione del canone di fitto corrisposto ai privati per la scuola dell’infanzia”. Fin qui tutto bene, se non fosse che nella stessa missiva l’ex primo cittadino assicura il MIUR: “Va altresì sottolineato che questa soluzione permetterebbe di rispettare l’obbligo di realizzare gli interventi previsti entro il 31 Dicembre 2014”. Le argomentazioni di Ferrari convincono il MIUR, che concede l’autorizzazione per utilizzare il finanziamento di 633.606 euro per la costruzione della nuova struttura scolastica in località Fonti. “Ma dell’inizio dei lavori che dovevano essere realizzati entro il 31 dicembre 2014, ad oggi non c’è traccia, con grande preoccupazione delle famiglie di Trinità. Paradossalmente nel 2010 il contratto di locazione dell’attuale sede delle scuole dell’Infanzia di Fonti, che ci costa più di 3500 euro mensili, è stato rinnovato fino al 2016”. In conclusione vogliamo fare un appello all’amministrazione comunale di Sala Consilina per non perdere l’importante cofinanziamento, magari destinando i quasi 43mila euro pagati ogni anno dal comune per l’inadeguata sede delle scuole dell’infanzia di Fonti al mutuo necessario alla realizzazione del progetto >>.

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.