il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

“La notte magica” alla Cilea-Mameli di Caivano. La “Buona Scuola” nella Terra dei Fuochi.

di Giovanna Naddeo

Grande successo della prima giornata de “La notte magica”, la manifestazione dell’IC Cilea- Mameli di Caivano (NA), fortemente voluta dal Dirigente Scolastico, dott.ssa Rosaria Peluso, e resa possibile grazie all’impegno dei suoi collaboratori, professori Frezza e Bonacci, e dei docenti tutti.

Caivano, al centro della cosiddetta “Terra dei fuochi”: un territorio  in cui si avverte più  che mai il bisogno di rafforzare nei giovani quei concetti di fratellanza e solidarietà che  la “Cilea-Mameli” ha reso da tempo centrali nella propria azione educativa, ponendosi come modello di “buona scuola” per tutto il territorio.

Grande rilievo assume quindi la manifestazione de “La notte magica”, una allegra maratona lunga due giorni (domenica 20 e lunedì 21 dicembre) che vede tutti gli alunni dell’Istituto  impegnati in un grande progetto comune: i piccini della scuola dell’infanzia, nella rappresentazione del Presepe Vivente, con una pregevole trasformazione dei locali normalmente adibiti ad aule nella Betlemme di 2000 anni fa, passando dalla locanda, al forno fino all’immancabile grotta della Natività; i più grandi delle Elementari e delle Medie, nel Mercatino di Natale, dove vengono offerti  alla cittadinanza i prodotti artigianali a tema natalizio frutto della loro creatività e manualità.

Sicuramente un modo concreto per abituare i ragazzi a lavorare in sinergia con un obiettivo comune; un modo concreto per realizzare una “buona scuola” che sia segno di apertura al  territorio e di condivisione di valori autentici per le generazioni future.

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.