il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

Smaltimento ecoballe. Il Presidente del Gruppo Fratelli d’Italia Alberico Gambino chiede al Presidente della Regione di inserire anche le 200.000 tonnellate presenti nei Comuni di Nocera Inferiore, Battipaglia, Persano, Fragneto Monforte.

 

 

Da Annarosa Sessa

 

NAPOLI – <Ancora una volta- dichiara Alberico Gambino- il Governatore De Luca rende attuale il detto antico secondo il quale “ tra il dire e il fare c’è di mezzo il mare”, anzi l’oceano.

Aveva promesso, sin dalla campagna elettorale, che in un anno avrebbe eliminato i 5,6 milioni di tonnellate di ecoballe depositate nei vari comuni della Regione Campania, il cui costo complessivo sarebbe stato pari a 600 milioni.

E’ stato pubblicato il bando di gara per tale attività e scopriamo che le tonnellate di ecoballe da smaltire sono pari a 790.000 per un importo di 150 milioni di euro, che i tempi per smaltirle sono quantificati in 18 mesi a far data dalla stipula del contratto, che rimangono fuori da questo smaltimento le ecoballe di Nocera Inferiore per 541 Tonn., di Battipaglia per 5889 tonn., di Persano per 96.511 tonn., di Fragneto Monforte per 86.702 tonn, di Taverna del RE per altri 4.700.000 tonn.

Quindi, se la matematica non è un’opinione, per smaltire le restanti ecoballe, per circa 4.800.000 tonn. ancora rimanenti, occorreranno almeno altri 10 anni a partire dal 2016 ed altri 900 milioni di euro oltre quelli già impegnati per questo primo smaltimento.

Tutto questo, ovviamente, sempre che non si verifichino sorprese durante l’espletamento delle procedure di gara, rese potenzialmente possibili da un capitolato di gara che, pur validato dall’ANAC come dichiarato dal governatore, presenta e dichiara incertezze e perplessità, come si rileva dagli artt. 5 e 7 dello stesso, che è facile prevedere incideranno notevolmente sull’esecuzione delle attività.

Insomma la montagna ha partorito il topolino e ancora una volta gli impegni elettorali si dimostrano pure promesse poi trasformate in bugie.

E’ accaduto sulla sanità, sui fondi comunitari, sui trasporti ed ora sulle ecoballe.

Il Gruppo Consiliare Regionale di FDI ritiene che, fermo restando questo primo parzialissimo intervento, la Regione Campania deve attivarsi da subito – anche utilizzando i fondi comunitari del POR 2014/2020 – per avviare un diverso e ulteriore bando di gara per procedere in unica soluzione allo smaltimento di tutte le ecoballe nonché ad apportare una modifica al capitolato di gara inserendo in esso lo smaltimento delle 200.000 tonnellate oggi sussistenti in Nocera Inferiore, Battipaglia, Persano e Fragneto Monforte in sostituzione di pari quantità in Taverna del RE, essendo consapevoli che in quel luogo o ne rimangono 4.700.000 o 4.900.000 non si modifica granchè”

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.