il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

CALCIO a 5: Un primo tempo da dimenticare condanna l’Alma Salerno alla sconfitta: il Manfredonia passeggia e vince 8 a 1

da Marta Naddei

 

MANFREDONIA – Un primo tempo completamente sbagliato condanna l’Alma Salerno alla pesante sconfitta esterna contro il Manfredonia. Tre gol nei primi quattro minuti di partita sono stati il preludio al finale 8 a 1 con cui i padroni di casa biancocelesti hanno avuto la meglio sui granata, nel corso della partita disputata ieri al PalaScaloria.

 

Un avvio di partita shock per i ragazzi allenati da mister Ugo Cocchia che, nel solo primo tempo, incassano cinque reti: un approccio sbagliato alla gara, i troppi errori e la difficoltà a imporre il proprio gioco, hanno rappresentato un mix che ha indotto l’Alma a implodere in 9 minuti. Due le occasioni nitide per i salernitani ma sia Spisso che Franco non riescono a sbloccare la situazione.

 

Nella seconda frazione di gioco, l’Alma Salerno sembra entrare in campo con meno timori. Trascorsi poco più di tre minuti, infatti, gli ospiti riescono a sbloccare il proprio segnapunti con Danilo Spisso che, direttamente su rilancio del portiere Rebba, spedisce il pallone alle spalle dell’estremo difensore del Manfredonia.

 

Passano solo 60 secondi e i padroni di casa riportano a cinque le lunghezze di vantaggio sulla compagine salernitana. Nei sedici minuti successivi, l’Alma prova a rendersi pericolosa, impegnando il portiere dei padroni di casa, ma gli esiti non sono quelli sperati. Anzi, nell’ultimo minuto e mezzo, il Manfredonia riesce a rimpinguare il suo bottino di reti, stabilendo il punteggio sull’8 a 1 con cui si chiude la partita.

 

Una sconfitta pesante, non solo dal punto di vista del risultato e della classifica, principalmente per il morale. In casa Alma Salerno si cercherà di approfittare della sosta del campionato per riuscire a recuperare forze fisiche e mentali, in vista degli ultimi, decisivi, appuntamenti della stagione.

 

«Mi assumo la piena responsabilità della sconfitta – afferma l’allenatore dell’Alma Salerno, Ugo Cocchia – Se la squadra è scesa in campo demotivata e ha avuto un approccio così negativo è stato per colpa mia che non ho saputo trasmettere le giuste motivazioni. Motivazioni che, comunque, i miei ragazzi devono trovare nel loro intimo. Se, poi, a mente fredda, anche i ragazzi riterranno di essere compartecipi di quanto è accaduto ieri, ne discuteremo e troveremo la strada giusta per raddrizzare il nostro cammino. Sono stato chiamato qui – afferma ancora Cocchia – affinché potessimo dare una svolta a questa stagione, con le giuste motivazioni e i giusti stimoli. Stiamo lavorando proprio in questa direzione. Ci aspettano due settimane di duro impegno e lavoro per andare a stracciare il prossimo avversario».

 

Giornata da dimenticare anche per l’Alma Salerno Under 19 che cede in casa con il Lausdomini: 3 a 5 il risultato finale. Una sconfitta che allontana ancor di più la zona play-off, distante adesso 4 punti. Per la formazione salernitana, allenata da mister Gianluca Melella, sono andati in gol Ciardiello, Napolitano e Petronella.

 

 

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.