il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

AL VIA ”IL LIBRO SOSPESO” PRESSO LA BIBLIOTECA COMUNALE MICHELE PRISCO AD ACIGLIANO

Clementina Leone

A Mercato San Severino continuano ad essere realizzate numerose iniziative che stanno riproponendo, con grande forza (e competenza), l’attenzione, da una parte, sulla rilevanza strategica della cultura come “motore” della crescita e di un progresso non soltanto economico e tecnologico, ma sociale e culturale; dall’altra, sull’urgenza di una cultura dell’innovazione in grado di accompagnare/supportare questo straordinario momento di cambiamento del paradigma economico e sociale (non soltanto).

Infatti, tante cose sono state fatte e tantissime altre sono in “Work in progress”, hanno dichiarato il Sindaco di Mercato San Severino il dottor Antonio Somma e l’ Assessore alle Politiche Culturali del Comune di Mercato San Severino dr.ssa Vincenza Cavaliere, sempre attenti alle esigenze dei cittadini in particolar modo a quelle dei più giovani e alla valorizzazione del territorio che è un potente medio di educazione alla cittadinanza e all’ innalzamento umano. Proprio per questo, a 360 gradi lo stiamo valorizzando partendo dalla cultura ha continuato l`Assessore Cavaliere. Tanti sono stati i progetti promossi dalla stessa, come questo in oggetto denominato “Il libro sospeso”. L’idea principale alla base di questa iniziativa è nata in risposta all’esigenza di riscoprire valori quali la solidarietà e l’altruismo, fondamentali per una giusta interpretazione della vita collettiva. A partire dall’esempio della tradizione partenopea di pagare un doppio caffè lasciandone uno per il prossimo sconosciuto che passerà, si è riproposto anche in altri ambiti il desiderio di condivisione: è da qui che prende vita il progetto “Il libro sospeso”, già attuato anche da alcune grandi case editrici italiane. Con la presente iniziativa l’intento è da una parte aumentare la socialità, favorendo la frequentazione delle biblioteche, e dall’altra incoraggiare la condivisione spontanea di cultura, donando i propri libri e contemporaneamente avendo accesso a quelli già sospesi; il tutto senza circolazione di denaro.

Sono state organizzate a questo proposito due giornate di raccolta, durante le quali è stato possibile donare dei libri che saranno il punto di partenza per dare corpo a quest’idea. Difatti, il progetto “libro sospeso” nasce con l’intento di promuovere una maggiore fruizione di spazi culturali quali le biblioteche, ed incentivare il libero scambio di libri invogliando al dono ed alla solidarietà.

Carmen Landi ed Andrea Santaniello, due giovani del territorio che frequentano spesso le biblioteche e centri di lettura, hanno proposto all’istruttore amministrativo del comune di Mercato San Severino la dr.ssa Clementina Leone in servizio presso la biblioteca comunale ‘Michele Prisco’, la creazione di uno spazio all’interno della stessa per il suddetto progetto. E’ stato adibito uno scaffale alla raccolta di libri “sospesi”, cioè donati dagli utenti o dalla biblioteca stessa, che resteranno a disposizione di chiunque intenda usufruirne.

Si potrà decidere se lasciare un proprio libro “in cambio” di quello desiderato o decidere di donarne uno o più da “sospendere”. Per far si che il progetto potesse avere inizio, i primi libri da destinare a questo scaffale sono stati donati dai ragazzi promotori dell’idea. In seguito, confidando nella rete di utenti che si potrà creare grazie alle dovute azioni di comunicazione promosse dalle istituzioni comunali e la pubblicizzazione da parte delle biblioteche, l’iniziativa si potrà estendere anche ai territori limitrofi.

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.