il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

Valle delle Orchidee 2019: una ricorrenza istituzionale

Maddalena Mascolo

SASSANO (SA) – Finalmente ha raggiunto la maggiore età, come si diceva un tempo quando la soglia dei 21 anni consentiva a tutti di sentirsi ormai completi, maturi e pronti per decollare in giro per il mondo alla ricerca della propria vita e, soprattutto, della propria qualità di vita.

Parlo della “festa della natura” che si svolge ogni anno nella “Valle delle Orchidee” da ben 21 anni e che regge all’usura del tempo nonostante le numerose difficoltà organizzative e la costante riduzione dei contributi pubblici che consentono la celebrazione di tante manifestazioni, anche quelle destinate alla conservazione dello stato dei luoghi in funzione della difesa della natura.

 

Con questo spirito nacque 21 anni fa la “Valle delle Orchidee” che ha sempre avuto al centro la natura dei luoghi ancora incontaminati nel comprensorio del Monte Cervati (Cuore Naturalitico del “Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e degli Alburni“) che abbraccia per intero il territorio del Comune di Sassano; una realtà pedemontana guidata da una decina di anni da colui che in tanti indicano come “il sindaco più naturalista” d’Italia, il dott. Tommaso Pellegrino, che per questa ragione (e non solo) è anche l’attuale presidente del Parco Nazionale (PNCVDA).

La Valle delle Orchidee copre una superficie di 47 kmq lungo un percorso a circuito dove si possono osservare variegate specie di orchidee selvatiche, interessantissime dal punto di vista scientifico-conoscitivo, infatti sono presenti 184 entità diverse di Orchidee selvatiche (68 specie, 57 sottospecie, 35 varietà, 24 ibridi) in un territorio, particolarmente ricco di aspetti paesaggistici e botanici, arricchito inoltre dalla presenza della Betulla (arbusto maggiormente rappresentativo dell’Appennino centro-meridionale). Un immenso patrimonio naturalistico, dunque, soprattutto se si pensa che nell’area protetta del Parco Nazionale (181.000 ettari) sono presenti 284 specie di orchidee selvatiche delle 319 che se ne segnalano in tutta Europa e nel Bacino del Mediterraneo. (fonte sito ufficiale del Comune).

 

L’edizione di quest’anno, la ventunesima successiva, quella della maggiore età  è stata una vera e propria festa della natura, evento ottimamente organizzato dal Comune di Sassano che ha chiuso i battenti con un gran finale tra i prati di località Gravola.

La parola d‘ordine di quest’anno è stata “Plastic Free”, una parola che ha accompagnato alcune migliaia di persone per tutta la giornata di domenica scorsa 9 giugno 2019.

Naturalmente, trattandosi di natura, non sono mancate le degustazioni enogastronomiche tutte finalizzate alla promozione dei prodotti unicamente locali; enogastronomia servita in piatti e stoviglie riciclabili all’insegna del plastic-free, in linea con il percorso di tutela intrapreso dal Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni.

Tutta l’amministrazione comunale di Sassano è scesa in campo, intorno al suo sindaco, per assicurare la migliore organizzazione e l’ottima riuscita della giornata interamente dedicata alla natura ed alla preservazione della stessa con il contributo fattivo di tutti i visitatori che, molto correttamente, hanno rispettato l’integrità dell’ambiente circostante incastonato in un verde spontaneo e lussureggiante.

“Rispetto e tutela dell’ambiente, alla scoperta delle molteplici specie di orchidee selvatiche che crescono in alta montagna, racchiusi in una manifestazione che, anno dopo anno, valorizza il territorio e lo fa conoscere ai turisti puntando sul patrimonio naturalistico che la terra offre in primavera”, questo in stretta sintesi il pensiero di Tommaso Pellegrino che quest’anno ha tenacemente voluto la celebrazione della festa nonostante le inclemenze climatiche che hanno contrassegnato tutta questa primavera tempestosa; e il sole raggiante che ha giganteggiato per tutta la giornata ed in tutta la valle è stato il giusto premio per una volontà naturalistica che non finisce mai di stupire.

Appuntamento, naturalmente con la natura, per il prossimo anno con la 22^ edizione della grande festa della Valle delle Orchidee selvatiche.

 

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.