il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

Vessicchio: un grazie da parte di Annalisa Moccia !!

 

Aldo Bianchini

SALERNO – Al mondo non c’è mai abbastanza riconoscenza per compensare il bene che, anche se indirettamente, si è ricevuto dal prossimo.

Chi glielo avrebbe mai detto ad Annalisa Moccia (assistente arbitrale della Sezione di Nola) durante la partita di calcio Agropoli – Sant’Agnello – Eccellenza, girone B – disputatasi ad Agropoli il 24 marzo 2019) che grazie all’atto scortese (per non dire altro !!) che a distanza di pochi mesi da quella stucchevole polemica contro il presunto maschilista-sessista, e proprio grazie a quella polemica, sarebbe balzata agli onori della cronaca calcistica mondiale in qualità di ospite d’onore della partita di calcio, finale della Supercoppa Europea del 14 agosto 2019, tra Liverpool e Chelsea vinta ai rigori dal Liverpool.

Ospite, la brava Annalisa, perché in campo ad arbitrare c’erano tre donne: Stèphanie Frappart (arbitro), l’italiana tesserata per la Francia Manuela Nicolosi e l’irlandese Michelle O’Neal in qualità di assistenti; trattata con i guanti bianchi la bella e brava Annalisa e comodamente assisa in tribuna d’onore.

Chi glielo avrebbe mai detto che avrebbe ricevuto un simile trattamento tra migliaia e migliaia di arbitri donne a livello europeo; invece è stata scelta dalla Federazione Internazionale proprio lei che secondo i benpensanti e vincolati soltanto alla cronaca era stata maltrattata, offesa e vilipesa da una cavolata detta in telecronaca diretta dal noto giornalista sportivo agropolese Sergio Vessicchio che oggi, contrariamente alla Moccia, tutti sembrano aver dimenticato se non proprio ostracizzato da quel mondo effimero di lustrini e paillettes che è il giornalismo del calcio.

Stèphanie Frappart - arbitro della finale di Supercoppa Europea tra Liverpool e Chelsea del 14 agosto 2019

L’incontro è andato quasi benissimo per la terna arbitrale e la capacità decisionale dimostrata dalla Frappart (ben coadiuvato dalle due assistenti) non ha fatto in nessun modo rimpiangere i grandi arbitri del passato. Il 7 a 6 ai rigori, in favore del Liverpool contro uno sconsolato Chelsea ha aggiunto ancora più valore alla prestazione della francese arbitro in gonnella.

Nessuno dei grandi e piccoli giornalisti del calcio (molto diversi da quelli sportivi in genere) ha inteso ricordare per poi accostare la pesante campagna mediatica contro il nostro Sergio (giornalista agropolese e per anni pilastro quasi insostituibile di Telecolore a Salerno) all’esplosione inaspettata del successo altrettanto mediatico di Annalisa con l’invito ad assistere alla finale di Supercoppa Europea.

Molto probabilmente senza quella querelle dello scorso mese di marzo la bella e brava Annalisa Moccia sarebbe rimasta per sempre sepolta nei ranghi, difficili e tortuosi, del calcio minore e dei difficili gironi provinciali. Dal 14 di agosto del 2019, invece, davanti a lei si sono spalancate le porte del successo.

Un grazie, quindi, va diretto anche a Sergio Vessicchio, checchè  ne dicano le televisioni locali salernitane ed i loro profeti del calcio.

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.