il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

In tempi normali

di Franca Cancro

(già docente di Teggiano)

 

prof.ssa Franca Cancro (Teggiano)

TEGGIANO – Per chi ha la bontà di leggere. In tempi normali mi crea un forte fastidio sentir dire da chi torna dalla Svizzera “là  non vedi una carta per terra” , da chi fa ritorno dalla Germania “‘ ah ..ma là  si rispettano le regole“, da chi é appena sbarcato da una  crociera sui fiordi norvegesi “il rispetto dell’ ambiente che c’è  là  te lo sogni in Italia“, da chi ha lavorato in pub di ubriaconi londinesi “là  e tutto un altro mondo“.. da chi torna da Dubai e  non ha mai visitato Pompei “quello che ho visto là, mi devi credere,  non te lo puoi immaginare … da chi si è  solertemente coperto il capo prima di visitare una moschea” oh … ma quelli ci credono veramente … e ancora, ancora “ogni italiano  tiene famiglia“, …..”da noi le tasse non le paga nessuno” …. “se non ci fossero i soldi europei” … “senza l’euro saremmo già  falliti“, senza la UE non avremmo le generazioni Erasmus  ” … “vuoi mettere che vai dove vuoi senza passaporto“, I paesi sovranisti non aiutano l’ Italia …”,il mondo non ha confini“…”tutte le religioni sono uguali.”,” .la civiltà   occidentale   sconta oggi le sue colpe“….” Non ne facciamo una crociata“,”il presepe  non è  inclusivo“….. Il fastidio per affermazioni del genere è  per i tempi normali, oggi le banalità  di cui sopra sono INTOLLERABILI, oggi che l’Italia è  così duramente  ferita, dovremmo tutti INGAGGIARE UN’ ARDUA BATTAGLIA  CONTRO TUTTI I LUOGHI  COMUNI ANTIITALIANI … oggi DOVREMMO affermare con ORGOGLIO  E  FIEREZZA la nostra ITALIANITÀ  il nostro GENIO frutto dell’Occidente  greco-romano e CRISTIANO, oggi dovremmo non cantare dai palazzi ma GRIDARE  dai tetti, con le lacrime agli occhi,

“SIAMO ITALIANI E SIAMO COSÌ PERCHÉ  FIGLI DI ARCHIMEDE, PITAGORA,  VIRGILIO, CICERONE, LUCREZIO,CATULLO, ORAZIO, DANTE, LEOPARDI, FOSCOLO, PICO DELLA MIRANDOLA, LORENZO DEI MEDICI, MANZONI, PIRANDELLO, VERGA, D’ANNUNZIO, GIOTTO, CIMABUE, RAFFAELLO, CARAVAGGIO, DONATELLO, DUCCIO MICHELANGELO, TIZIANO, BOTTICELLI, MASACCIO. GALILEO, LEONARDO, COLOMBO, MARCONI, FERMI, RUBiA, FRANCESCO D’ASSISI, RITA DA CASCIA, CATERINA DA SIENA, ALFONSO DEI LIGUORI, MI PERDONINO TUTTI I GRANDI DI QUESTO PICCOLO, MERAVIGLIOSO UNICO PAESE CHE HA RESO IL. MONDO UN POSTO PIU BELLO … CITARLI TUTTI PROVOCHEREBBE UN TERRIBILE MAL DI CAPO AI CUGINI FRANCESI E A TUTTI COLORO CHE NON SANNO ESSERE AMICI DEL BEL PAESE …. NON NE CITO ALTRI PERCHÉ  QUESTI DOVREBBERO BASTARE A FAR ARROSSIRE  EGOISMI, VACILLARE CERTEZZE, SCUOTERE ALTERIGIE, … CI SIAMO E CI SAREMO. GRANDI COME SIAMO E SIAMO STATI … FATEVENE UNA RAGIONE E ABBASSATE LO SGUARDO”.

 

 

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.