il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

SASSANO: la colazione è servita !! … grazie al sindaco Pellegrino, alla giunta ed all’intero Consiglio Comunale.

Aldo Bianchini

La giunta comunale di Sassano al lavoro: in primo piano il sindaco Tommaso Pellegrino, a seguire il vice sindaco Antonio D'Amato, Maria Russo, Mario Trotta e Tania Esposito

SASSANO – Ristrutturando il titolo di una nota trasmissione televisiva “Il pranzo è servito” (Canale/5 dal 1982 al 1993) l’iniziativa geniale e lodevole, che l’Amministrazione Comunale di Sassano capeggiata dal sindaco dr. Tommaso Pellegrino ha messi in campo per i suoi “Over 65” la si potrebbe facilmente denominare “La colazione è servita”.

 

Una manifestazione unica nel suo genere, unica non solo nel Vallo di Diano ma probabilmente in tutto il Paese; da qui l’appellativo di “geniale” che in sé racchiude tutto quello che di buono il personaggio umano e politico “Pellegrino” ha saputo esprimere in tanti anni di sindacato sempre improntato ad una visione comunitaria collettiva; una visione nella quale è riuscito a trascinare i suoi assessori e i suoi consiglieri che fino alla fine (chi più, chi meno) gli sono rimasti fedeli nell’approccio politico-amministrativo con una comunità variegata, preparata ed attenta anche nello stigmatizzare quei piccoli e pochi nodi negativi che, comunque, nel corso di dieci anni sono pubblicamente emersi e che nessuno di loro ha mai cercato di nascondere.

Ecco, questo probabilmente è stato il lato più positivo dei due mandati dell’amministrazione Pellegrino che esordì con l’impiego delle rispettive indennità per abbellire l’ingresso di una “casa municipale” e dotarla anche di uno scivolo per i diversamente abili; nell’ottica di “anche l’occhio vuole la sua parte” per dieci anni il sindaco e gli amministratori si sono mossi all’unisono anche con azioni risolute e decisioniste come quella del ridimensionamento del cosiddetto “ecomostro di Sassano” e della ristrutturazione di antichi e abbandonati siti storici del paese, con l’aggiunta del ripensamento totale della “Valle delle orchidee” e del lancio, molto ben riuscito, del premio nazionale giornalistico che ogni anno viene attribuito a firme di un certo prestigio.

Quando si parla di queste cose c’è, ovviamente e giustamente, sempre qualcuno che parlerà di complotti, di congiure, di retro pensieri; ma questo fa parte della vita ordinaria e quotidiana di tutti noi senza bisogno di scendere in politica per praticare il complottismo; a cominciare dalle piccole riunioni di condominio (io vivo a Salerno in un condominio) dove tutti si esercitano nella pratica dell’affermazione del proprio io del proprio pensiero.

Comunque, per stilare un resoconto dei dieci anni di “amministrazione Pellegrino” ci sarà tempo e luogo nei prossimi mesi, mano a mano che ci si avvicinerà alla fata delle elezioni amministrative previste, forse, per il prossimo autunno a causa del Covid – 19.

 

dr. Tommaso Pellegrino - sindaco di Sassano e presidente del Parco Nazionale

E’ bene, adesso, ritornare a “la colazione è servita” che è andata in scena ieri mattina e che continua questa mattina per le strade del centro storico, delle frazioni e delle abitazioni isolate e da tempo quasi escluse anche dal minimo contatto sociale che per gli anziani è fonte di affetti, di socializzazione e di partecipazione alla vita per non avvertire tutto il peso dell’età e della inesorabile frenata psicofisica che caratterizza l’età dell’anzianità prima e della vecchiaia poi.

Proprio in questo risiede la genialità dell’iniziativa che è, a conti fatti, badate bene assolutamente lontanissima da qualsiasi interesse politico-elettorale in quanto Tommaso Pellegrino, avendo esaurito i due mandati previsti dalla legge, non potrà più ricandidarsi come sindaco nelle prossime elezioni amministrative che per il Covid-19 sono state rinviate probabilmente al prossimo autunno.

Ma come è stata presa e vissuta la geniale iniziativa dell’amministrazione Pellegrino dalla comunità sassanese (sempre molto sensibile alle iniziative di solidarietà) e, soprattutto, da tutti gli Over/65 che sono stati raggiunti ieri e verranno avvicinati oggi ?

Le cronache della prima giornata raccontano che, tra l’attesa di chi sapeva e la sorpresa di chi non sapeva, l’iniziativa è stata accolta in maniera molto favorevole e con qualche scena di commozione che in queste occasioni non guastano mai.

Il kit con caffè-cappuccino, cornetto e bigliettino di auguri del Comune nnel solco di "Tutto andrà bene" (la foto è stata appositamente sgranata onde evitare pubblicità occulta)

Sicuramente alla vista del kit, attentamente e igienicamente studiato e preparato, con il caffè, il cornetto e il biglietto di auguri del Comune (cosa mai vista per qualcuno) l’emozione ha preso tutti, anche i gestori dei vari locali pubblici che, su indicazioni dell’amministrazione, si sono mossi con celerità e discrezione, spinti solo e soltanto dagli effetti e dalla bontà sociale di una iniziativa geniale.

Nel segno che “la colazione è servita” ha centrato in pieno l’obiettivo che si prefiggeva: entrare direttamente nel vivo delle famiglie e nel cuore degli anziani per non farli sentire soli e distanti dal cuore pulsante della comunità in cui vivono e per la quale si sono sacrificati sfoderando il meglio possibile delle loro esistenze e offrendo alle famiglie, ai figli, ai nipoti ed ai pronipoti.

E’ un mio pensiero del tutto personale, ma ho percepito la sensazione che il sindaco Pellegrino con questa iniziativa ha anche voluto omaggiare la memoria di “nonno Nicola” dal quale fin da piccolo aveva ricevuto enormi e solidi insegnamenti di vita; e di questo anche in privato e con gli amici lo ringrazia sempre.

Infine, il sabato-day sassanese ha registrato anche l’iniziativa non meno importante di aver effettuato circa 350 tamponi per il contagio da Covid-19 alle categorie che nelle ultime settimane hanno avuto rapporti con il pubblico; e non mancheranno ulteriori campagne di screening per le categorie che non sono state comprese.

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.