il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

Bianco come la purezza dei nostri animi, verde come la speranza di un domani migliore, e rosso come il sangue versato dai nostri eroi del passato che hanno creduto in un sogno chiamato Italia.

da Clementina Leone

 

La Festa della Repubblica è una giornata importante per la nostra storia e ricca di grandi iniziative e cerimonie ufficiali. Dal 1948, per esempio, in via dei Fori Imperiali, a Roma, si tiene una sfilata militare in onore della Repubblica.  Naturalmente nel 2020 l’emergenza sanitaria causata dall’epidemia di COVID-19 ha fortemente condizionato i protocolli tradizionali, cambiando, almeno per quest’anno, il volto della festa: niente sfilate davanti alla folla e cerimonie ridotte al minimo. Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella infatti, dopo aver deposto come di consueto la corona commemorativa sull’Altare della Patria, si recherà in Lombardia per far visita alla comunità di Codogno, il paese del Lodigiano che per primo è stato colpito dal contagio. Inoltre, non dobbiamo dimenticare che possiamo paragonare   la festa della Repubblica , usando una metafora, alla nostra carta d’identità. Siamo quel che siamo, grazie ai sacrifici allo studio e alle lotte fatte da chi prima di noi ha creduto nel bellissimo sogno diventato realtà chiamato Italia. Proprio per questo, partendo dal patrimonio librario custodito all’interno delle biblioteche   grazie alla lettura e  all’analisi  dei tantissimi libri di storia che hanno trattato quest’argomento possiamo riscoprire il nostro passato e perché no, provare attraverso lo stesso a capire un po’ meglio il nostro presente. Difatti,  dobbiamo cercare sempre di far in modo che i libri diventino i nostri  maestri di vita, visto che gli stessi sono,  anche dei mezzi grazie ai quali possiamo viaggiare senza pagare il biglietto. Buona festa della Repubblica a tutti …. bianca come la purezza dei nostri animi, verde come la speranza di un domani migliore, e rossa come il sangue versato dai nostri eroi del passato che hanno creduto in un sogno chiamato Italia.

 

 

 

 

 

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.